Sotto il campo nomadi una discarica di rifiuti: i rom si dichiarano parte lesa

0

Si dichiarano parte lesa i nomadi residenti sul terreno di via Labirinto da tempo in causa con il Comune di Brescia che più di una volta ha tentato di sgomberare il campo. Ieri l’area è stata sequestrata, anche se ai nomadi è concesso di restare, a seguito di un’indagine che ha portato alla scoperta di una discarica di rifiuti illecita nascosta sotto il terreno del campo.

Secondo il sostituto procuratore Silvia Bonardi l’ex proprietario del terreno dovrà rispondere di gestione illecita dei rifiuti in quanto sul quel campo svolgeva un’attività di autodemolizione, smaltendo in modo non conforme scorie e rifiuti in un terreno classificato ad uso agricolo. “Nessuno ci ha detto c’era una discarica abusiva”, hanno commentato le famiglie nomadi al Giornale di Brescia. Lì vivono una ventina di persone in sei roulotte, tra cui una dozzina di bambini, che ora stanno pensando di fare ricorso contro il sequestro disposto dalla Procura.

Venerdì intanto si terrà una riunione tra Loggia, Asl e Arpa per valutare la pericolosità per la salute degli stanziali e il Comune potrebbe decidere di far sgomberare i nomadi.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Zingari parte lesa??? Ahahhaha
    Incredibile …..e gli daranno pure i soldi!!!!! E l'uomo in felpa che vuole usare la ruspa dov'è???
    Pagliacci! !!

  2. che cavolo ridi? forse non hai capito che qui comandano i tuoi amici di sinistra, non l’uomo con la felpa. Leggi qualche giornale, non solo quello rosa con le notizie sportive. BAMBA

LEAVE A REPLY