Millenium Belsorriso inarrestabile: battuta Monticelli nel derby

0
Bsnews whatsapp

Non poteva chiudersi meglio di così, questo tanto atteso derby di ritorno (fu 1-3 all’andata), per un Belsorriso che incamera 3 punti per rimanere capolista e si impone senza concedere set per la decima volta in questo campionato, la quarta consecutiva.

Nel match Belsorriso è risultata più incisiva in tutti i fondamentali con percentuali in proprio favore sia in ricezione che in attacco, per muri fatti e per ace realizzati. Quello che i numeri non dicono è che è stata una vera e propria battaglia, anche di nervi, specialmente nel secondo set, quando Belsorriso ha trovato la forza di reagire ancora una volta alle difficoltà rimontando 5 punti di svantaggio, nonostante l’eccellente lavoro in difesa e la buona battuta delle ospiti, che non hanno praticamente mai mollato.

Starting-six “classico” per Mazzola che dispone Saveriano al palleggio opposta a Baldi, Garavaglia e Rinaldi in banda, Lapi e Dall’acqua al centro, Portalupi libero. Adro Monticelli replica con Losi al palleggio, Coulibaly e Teli in banda, Raccagni e Fava al centro, Vitozzi libero.

Un primo tempo di Dall’acqua e un suo ace regalano il primo vantaggio a Brescia, che procede bene 8-5. Sul 10-5 subito un cambio per le franciacortine che inseriscono Gatti e più tardi Rivoltella. Monticelli prova a rientrare con un buon servizio e si porta a -2. Nuovo allungo firmato Belsorriso, ma un ace subito riporta in gioco le ospiti. Monticelli difende molto ma il muro di Brescia è invalicabile, tanto da annullare gli sforzi delle palle rigiocate avversarie grazie a Lapi e Rinaldi. Un ace di Baldi regala il massimo vantaggio Brescia +6, un muro di Rinaldi fa 20-14. Il buon momento continua anche con in campo Dall’ara e Ghisolfi nel classico doppio cambio di coach Mazzola. Belsorriso vola 25-18.

Secondo set in cui l’inerzia iniziale è tutta per la Seat Adro Monticelli, che risulta più quadrata e pungente, specialmente in battuta. Un paio di scambi interminabili e molto combattuti volgono in favore del Belsorriso che rimonta fino al 7 pari, ma a sedersi al tempo tecnico in vantaggio ci va Adro. Sull’8-11 mazzola è costretto al tempo. La ricezione bresciana cala e quella ospite sale, sul 9-14 entra Biava per Rinaldi, mossa azzeccata per dare equilibrio alla retroguardia bresciana. Sul 12-16, una super Baldi, nonostante un paio di giorni ko per influenza in settimana, porta Belsorriso a -1 con attacchi affilati e battute ficcanti. La rimonta è servita: Millenium impatta 20-20. Per le padrone di casa le percentuali di ricezione più basse del match, ma anche le percentuali di attacco più alte del match. Sul 21 pari rientra Rinaldi, che mette subito a terra la palla del vantaggio e Garavaglia fa ace. Millenium porta a casa un set che sembrava perso 25-22.

E’ la svolta, perchè nel terzo set le ospiti mollano la presa dopo un primo fuoco di paglia: un ace di Baldi manda Brescia 3-2 ma un contro break di Adro ribalta il risultato 3-4. Da questo momento in poi le bianco-nere mettono la freccia per il sorpasso e non si fermano più, uno scambio interminabile con protagonista una raggiante Portalupi in difesa sancisce il controllo delle cittadine 16-9. Da qui in poi Adro si fa meno combattivo e un errore al servizio regala il 25-13 a Millenium.

 

 

Belsorriso Millenium Brescia – Seat Adro Monticelli BS 3-0 (25-18, 25-22, 25-13).

Belsorriso Millenium: Dall’Acqua 8, Baldi 17, Garavaglia 11, Portalupi (L), Biava, Rinaldi 13, Saveriano, Ghisolfi, Dall’Ara, Lapi 7. A disposizione: Leggeri, Gabrielli. Allenatore: Mazzola. Assistente: Zanelli.

Seat Adro: Losi 2, Coulibaly 11, Vitozzi (L), Rivoltella 4, Fava, Gatti, Cornelli 8, Stroppa 3, Raccagni 8, Lucarelli, Teli 3, Gnutti (L). A disposizione: Alberti, Berlassini. Allenatore: Amadori.

Millenium: 13 muri, 31% attacco, ricezione positiva 49% e perfetta 21%, 8 ace, 10 errori in battuta. Adro: 5 muri, 27% attacco, ricezione positiva 45% e perfetta 16%, 3 ace, 7 errori in battuta.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI