A2A taglia la corrente agli inquilini abusivi: gli antagonisti occupano via Lamarmora

0

Per la seconda volta gli attivisti di Diritti per tutti e del Magazzino 47 hanno occupato gli sportelli di A2A in via Lamarmora per protestare contro la decisione dell’azienda di tagliare l’elettricità (allacciata abusivamente) nell’appartamento di via Ugolini occupato dagli attivisti della sinistra antagonista e da una famiglia ghanese. La villetta degli orrori in cui Guglielmo Gatti nel 2005 uccise e fece a pezzi gli zii.

L’occupazione fa seguito a quella del 14 ottobre 2014 (motivata ovviamente da altre ragioni), per la quale 18 manifestanti furono indagati e rinviati a giudizio per occupazione abusiva e interruzione di pubblico servizio e poi assolti (lo scorso 2 marzo) perché il fatto non sussiste.

Stavolta a far desistere gli antagonisti – dopo quattro ore di occupazione – è stata la disponibilità del delegato dell’utility di partecipare, lunedì, ad un incontro con Comune (rappresentato dall’assessore alla Casa Marco Fenaroli) e occupanti per risolvere la questione.

DI SEGUITO IL COMUNICATO INTEGRALE DEGLI OCCUPANTI

Si è conclusa dopo 4 ore l’occupazione degli sportelli di A2A in via Lamarmora a Brescia contro l’art.5 e per il diritto alle utenze con un risultato importante: l’azienda si è impegnata con un documento a cercare insieme al Comune e all’Associazione Diritti per tutti soluzioni tecnico-legali per l’allacciamento dell’energia elettrica e/o sistemazioni alloggiative per la famiglia di Opoku.

Si è conclusa dopo 4 ore l’occupazione degli sportelli di A2A in via Lamarmora a Brescia contro l’art.5 e per il diritto alle utenze con un risultato importante: l’azienda si è impegnata con un documento a cercare insieme al Comune e all’Associazione Diritti per tutti soluzioni tecnico-legali per l’allacciamento dell’energia elettrica e/o sistemazioni alloggiative per la famiglia di Opoku.

Nella giornata di lunedì si terrà un incontro risolutore. Valutiamo positivamente l’azione intrapresa oggi dentro il percorso di mobilitazione contro il famigerato art 5 del Piano casa e per il diritto alle utenze di acqua-luce e gas come servizi essenziali.

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. “…la disponibilità del delegato dell’utility di partecipare, lunedì, ad un incontro con Comune (rappresentato dall’assessore alla Casa Marco Fenaroli) e occupanti per risolvere la questione”.
    Mentre tutti gli altri quaglioni che non occupano, di questo stato di, risolvono la questione PAGANDO.

  2. Diritti per tutti (loro)… per gli altri solo doveri!!! Basta con questi esaltati e scrocconi che basta che siano stranieri e tutto è dovuto!!! E gli italiani? e i ns anziani che fanno fatica ad arrivare a fine mese???? In galera devono andare!!!!!!!!!!!

  3. Coraggiosi, seri, disponibili a soluzioni concrete. Così si fa. Sempre a testa alta alla faccia dei piagnoni e dei forcaioli da tastiera.

  4. Lazzaroniiiiiiiiiii figli di papà!!! sempre pronti a difendere l’ indifendibile e gli scrocconi che usano anche i bambini pur di impietosire!

  5. Non hai ancora detto dove abiti: io sono tuttora interessato a prendermi la tua bicicletta. Ma tu tieni la testa alta solo quando si parla di proprietà altrui…

  6. Giusta decisione di A2A. L'appartamento abusivo non ha diritto a nessuna utenza. Sopratutto a spese degli altri!!! Magazzinieri…il diritto esiste sull'acqua. Per l'energia comprategli un generatore e pagategli pure il gasolio per farlo funzionare…a spese vostre però!!!

  7. bravi tutti soprattutto chi si è piegato alla violenza di pochi. Nemmeno i fascisti riuscivano a fare tanto! Complimenti ai nazisti rossi. Poi chiediamoci perché i nostri anziani devono pagare invece che sbattersene le p…e?

  8. Come sempre ci si piega alla violenza rossa! Per loro i diritti e per noi i doveri, ma visto che che la corrente è un diritto, i nazistelli rossi mi dicano dove abitano così posso attaccrmi al contatore del loro papino…

  9. Nessuno vuole corrente gratis o allacci abusivi, infatti si cerca una soluzione all’improvvida decisione di A2A di impedire l’allaccio dell’utenza regolare di luce e gas alla casa, applicando in maniera arbitraria ed in senso ancora più estensivo l’art 5 del cosiddetto Piano casa: infatti in questo caso non c’è nemmeno una denuncia per occupazione abusiva da parte dei legittimi proprietari dell’appartamento (che non esistono) che renderebbe impossibile un contratto di fornitura. Poi chi non sa andare oltre l’insulto becero è libero di continuare come preferisce, mostrandosi per quello che è.

  10. Bene. Ammesso che le cose stiano cosi’, e’ giusto che qualcuno si intesti le utenze (famiglie che ci sono dentro, qualche magazzinaro, qualcuno della caritas) in maniera tale da individuare chi deve pagare, compreso il pregresso s’intende…

  11. Si qualcuno che si intesti le utenze! ? Ma Scusa, allora questi dopo un po’ smettono di pagare le utenze , chi le paga ? Colui o colei che ha intestato il contrato . E chi si intesterebbe mai un contrato delle utenze per altri ? Io no di sicuro per poi ritrovarmi anche le loro bollette a pagarmi. Cerco di spiegarmi meglio, io ho una casa che avevo affittato ad un signore extracomunitario dell’associazione un diritto per tutti n, rimango solo sul discorso utenze per nn prolungarmi oltre , quando è stato mandato via da parte della sezione anticrimine della questura dopo alcuni mesi ho trovato un nuovo inquilino , stavolta all’inquilino nuovo gli devo stendere veramente il tappeto rosso perché è una brava persona , dicevo quando il nuovo inquilino è andato alla A2A era aprire le utenze a suo nome c sono state difficoltò xche l’inquilino precedente dell’associazione. Un diritto X tutti, avevo delle bollette non pagate consistenti (incontrati X utenze erano a nome del inquilino Assocciazione un diritto X tutti) , il nuovo inquilino aveva due possibilità 1) avrebbe dovuto pagare al posto de
    signore almeno una parte per poter aprire a sua volta nuove utenze . La seconda era portare il contratto d’affitto registrato che io propietaria davo in affitto la casa al sig.xxxxx dal gg xxxx ,mese xxx, anno xxx. Solo dopo che la a2a ha visto questo contratto e che ha avuto la certezza che il sig. Attuale nn aveva nulla a che far con il precedente ha fatto il nuovo contrato è aperto le nuove utenze. Ma dica le sembra che io o altri dobbiamo intestarci le loro utenze ? E, no non riusciamo quasi a pagare le nostre xche nn se le intesta lei

  12. Non ha capito. Sto dicendo che se per legge è possibile aprire un’utenza con persone senza un contratto regolare di locazione o comodato o non garantisce il proprietario, è giusto che qualcun altro garantisca in caso di insolvenza. Quindi: se è possibile intestarle che se le intesti la famiglia o le famiglie che ci sono dentro con garanti, cioè coloro che pagano in caso di insolvenze, l’associazione diritti per tutti o caritas varie o qualcuno privato che continua a dire che hanno fatto bene ad occupare e che quindi li appoggiano. Che li appoggino quindi sul serio cominciando a fare da garanti ed eventualmente a pagare.

  13. Diritti per tutti del quale gruppo non faccio parte ma seguo in ciò che fanno non difendono gli stranieri ma gli italiani , gli anziani e gli stranieri. È cosa ben diversa!!! Difendono chi a causa della crisi ha perso il lavoro e si trova in difficoltà . Aiuta gli anziani che con la misera pensione sociale non riescono più a pagare l'affitto. È facile criticare davanti alla tastiera del computer!! Bisognerebbe informarsi meglio e sopratutto fare invece che parlare!!!

  14. Infatti aiutano chi? Anche gli italiani ? Ma fammi il favore , come dicevo il tipo mi ha fatto sfollare di 13.600€ per gli affitti , mi ha spaccato casa per un danno di 10 mila € , non ho lo stipendio io da un’anno , le tasse da pagare , sono in rosso in banca e sto per chiudere l’attività mia dopo più di vent’anni di sacrificio , e l’ associazione diritti per tutti mi dici che aiutano anche noi italiani…..ma va …ma va…. Ècome lo stato e i comuni non ci aiutano …i comuni perché non hAnno soldi, lo stato ti risponde perché hai l’attività ,ma che cavolo ma guardate la realtà , i documenti e non dal fatto che si ha un’attività che sei ricco , in più quando hai un figlio disabile ti trovi a non dormire di notte per il lavoro che non ti dà , non sai come fare fronte alle spese ordinarie a queste aggiungi le spese per il figlio in poche parole sei nella m…….e in essa rimani sola ……….. Ho 43 anni e mi vergogno ad averli preferirei averne 100 di anni almeno mi possono dire che son vecchia a volte penso che è meglio non vivere ma morire, invidio mio padre e mia suocera che sono al cimitero da molto…..

  15. Che ne pensi antonella? Ha ragione questa persona? Ha la casa ma guarda che danni e che situazione? Vedi che c’e’ anche chi ha la casa e gli e’ stata distrutta, ha un lavoro in proprio ma non guadagna. Quindi cosa deve fare? Farsi giustizia da se’ e quindi portare via la macchina o il telefonino dell’inquilino moroso? Svaligiare una banca perche’ gli servono i soldi?

LEAVE A REPLY