Beccalossi: “Indiani arrestati? La misura è colma. Penso ai marò e chiedo rigore”

0
Viviana Beccalossi
Viviana Beccalossi
Bsnews whatsapp

“Mentre in varie province della Lombardia si registrano nuovi arresti di presunti estremisti islamici, a Brescia finiscono dietro le sbarre una decina di indiani con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata all’immigrazione clandestina. La misura è  colma e viene da dire che bene fanno l’Austria e altre nazioni europee a schierare l’esercito per impedire  un’invasione che ha sempre più commistione con la criminalità”. Lo afferma Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio e dirigente di Fratelli d’Italia, commentando le notizie degli arresti avvenuti oggi in Lombardia e “ringraziando le Forze dell’Ordine e il nuovo questore di Brescia, Vincenzo Ciarambino  per l’ottimo lavoro di queste ore”.

“Fa un certo effetto – conclude Viviana Beccalossi – constatare che sono finiti in manette anche cittadini indiani. Ovviamente il pensiero non può che andare nostri due marò. Mai come in questo caso invoco la certezza della pena e un rigore estremo verso delinquenti di uno Stato che nei confronti dell’Italia sta dimostrando grande disprezzo e nessun tipo di considerazione”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. nessuna considerazione da parte dell ‘ india , nessuna considerazione da parte nostra ! che non ci sia qualche avvocato adesso che si fa in quattro per questi indiani , che restino in cella e che la giustizia sia una volta tanto appositamente lentissima …ben gli sta !

  2. È vero, comprendo la dichiarazione, ma la difficoltà cristiana è quella di mettere nel calderone anche i veri bisognosi che scappano dalla morte. Non è facile trovare un meccanismo di selezione del profugo cattivo da quello reale.

  3. Io non capisco perche’ la cosiddetta carita’ cristiana non arriva ad aiutare i nostri con gli enormi problemi che abbiamo. Disoccupazione, pesioni da fame, Mancanza di riferimenti veri, squallore di certe periferie… I din bosco dove sono? Ci sono? O sono tutti sua maesta’ il prete?

  4. Come per la Bordonali, idem per la Becca: cambiamoli con il leghista Rizzi e soci, in galera per aver lucrato sulla nostra salute. Da notare che sono in galera da tre mesi e ancora restano: ne hanno combinate di porcherie sulla nostra pelle, ma non si é sentita una parola dall’assessore alla paura ed alla mistificazione !! Percentualmente sono di più i delinquenti della lega che non quelli stranieri. Soprattutto quelli che arrivano in Regione. Perché la Bordonali non se la prende con i suoi colleghi? Da Formigoni (condannato) a Montanari (appena uscito di galera per vizio di forma), a Rizzi, per non parlare degli assessori addirittura in combutta con l’ndrangheta (assessore Zambetti, condannato a 10 anni per voto di scambio). Su questo l’assessore alla mistificazione tace. Fa l’ INDIANA.

  5. Anche noi come per i Marò avremmo diritto di essere aiutati ad appellarci alla Corte di Giustizia internazionale perchè faccia chiarezza sul DIRITTO DI ASILO che nel diritto internazionale viene costruito come un diritto dell’individuo cui non correla il dovere corrispondente dello Stato di concederlo (come affermato anche dalla nostra Cassazione nella sentenza 18549 del 2006) e che oggi è stato trasformato in un’ARMA DI RICATTO, DI INVASIONE E SOPRAFFAZIONE TRA I POPOLI. Non è vergognoso cedere ai ricatti della Turchia e dell’Africa che utilizzano il diritto di asilo per invaderci e sopraffarci?

  6. Mai dalla nascita della Costituzione il DIRITTO DI ASILO è stato utilizzato in modo cosi’ vergognosamente ricattatorio come l’AFRICA e il MEDIO-ORIENTE ce lo stanno facendo subire con un’invasione e sopraffazione dei nostri diritti inaccettabili. E’ assurdo che anche l’Europa ci imponga di subire il ricatto della Turchia, del Medio-Oriente e dell’Africa verso i profughi perche ignora che IL DIRITTO DI ASILO INTERNAZIONALE CHE ANCHE LA NOSTRA CASSAZIONE (sENTENZA 18549 del 2006) indica che è costruito come un diritto dell’individuo cui non correla il dovere corrispondente dello Stato di concederlo. E’ solo ignoranza delle leggi o no?

  7. In uno dei Cartelloni della Meloni nelle strade c’è scritto piu’ o meno col punto interrogativo “Prima gli immigrati o gli italiani? Se la Meloni guarda la puntata di Agorà (che è da ringraziare per affrontare questi temi) su RAI 3 di ieri 29 aprile, la risposta la troverà dai tanti cittadini di Ventimiglia intervistati e molto indignati che si esprimevano cosi’. Non ci si riesce a liberare di questa gente. Sono allo sbando. Non sono seguiti.Usano la piazza come una latrina. E’ nostra l’Italia o del mondo intero,prima gli italiani poi i vedrà.La situazione a Ventimiglia non è cambiata rispetto all’anno scorso. E poi sconvolgente è la risposta data al giornalista alla domanda perchè questi ragazzi non entrano nel centro:” Perchè non vogliono essere identificati e fotosegnalati e non vogliono chiedere asilo in Italia”: Non vogliono essere identificati e fotosegnalati? Ma dove sta scritto che loro in Italia possono decidere di fare cio’ che vogliono? E la nostra libertà e sicurezza dove la mettiamo? E i nostri diritti inviolabili dell’uomo che nell’art. 5 punto f) della convenzione europea prevedono arresto e detenzione per chi penetra irregolarmente in un territorio? Non vogliono essere poi fotosegnalati allora si applichi loro il reato di clandestinità che prevede una ammanda da convertire con l’espulsione o no? Ma dove sono coloro che ci devono proteggere e che a quanto pare non compiono il proprio dovere lasciando a chi ci invade dei diritti assoluti?

  8. Dopo aver saputo ieri in TV che il Congresso Americano col voto anche di alcuni democratici ha deciso di non accettare nemmeno un SIRIANO sul proprio territorio, il che dimostra che come sostiene anche la nostra Cassazione non esiste un obbligo di asilo internazionale, altrimenti non avrebbero potuto prendere una decisione del genere, è ancor piu’ indigeribile il ricatto della Turchia nei nostri confronti a cui l’Europa ci ha imposto di sottostare, cosi’ come indigeribile è anche la trasformazione del diritto di asilo in un’arma di ricatto a cui ci sottopone il Medio-Oriente e anche l’Africa. E Obama e Ban Ky Moon vengono a pontificare da noi sull’asilo, quando il Congresso Americano ci dimostra palesemente che non si è obbligati a concederlo? E l’Europa e i nostri tanti rappresentanti prevedono addirittura multe ai Paesi Europei che non accolgono i profughi e i clandestini? Ma cosa sta succedendo?

  9. Grandissima Agorà su RAI 3 di Venerdi’ dove una decisa Lara Coma sottolineava, nostro malgrado la necessità di imporre agli Stati Europei di dividersi non solo i Profughi ma anche i clandestini e il rappresentante del Copasir che in sottofondo sosteneva, solo i profughi ma non i clandestini. E poi la notizia che il Congresso Americano con l’aiuto anche di alcuni democratici avrebbero votato la legge di non accettare nemmeno un Siriano nel proprio territorio. Visto che l’approvazione del Congresso Americano oltre a non aver suscitato nessuna reazione di populismo, di razzismo, di ragionamenti di pancia, ci sta dimostrando che come sostiene anche la nostra Cassazione non esiste obbligo di asilo, anche noi abbiamo il diritto di pretendere di non accogliere nessun clandestino e nemmeno nessun profugo, visto che il nostro debito pubblicio non ce lo consente e nessuna legge internazionale ci obbliga in tal senso? Possiamo chiedere al PPE perchè ha ceduto ai ricatti della Turchia, incompatibili con la nostra legge Martelli,e se cederà anche al nefasto ingresso della Turchia in Europa, e a concedere i visti facili?Perchè non si è invece appellata alla Corte di Giustizia internazionale per chiarire come mai il diritto di asilo si sia trasformato in un’arma di ricatto, di invasione e di sopraffazioni di popoli sugli altri? E adesso vuole il pagamento di forti somme per chi non accoglie giustamente nè profughi, nè clandestini? Ma si studino i trattati piuttosto PPE e company???

  10. Anche la fidanzata di Berlusconi anzichè dare del troglodita a destra o a manca, farebbe bene a leggersi insieme a Berlusconi la lettera inviata da una lettrice a Mario Giordano e pubblicata il 29 aprile su Libero. Questa lettrice scrive”Berlusconi continua a parlare di “moderati ” per i quali sarebbe nata Forza Italia, Ma noi non siamo piu’ moderati ! Il mondo è cambiato, oggi siamo arrabbiati contro un Governo che è succube dell’UE,e che privilegia gli stranieri invasori sugli italiani e sui nostri poveri, contro un Papa che si fa un posto in paradiso ma a spese degli altri, contro questa indifferenza governativa che accoglie spensieratamente una invasione di popoli islamici ben programmata … Siamo arrabbiati ed è bene se ne renda conto”. Condivisibili queste parole , purtroppo nessuno difende in modo deciso gli italiani su questi temi !!!

  11. Meno male che si e’ capita alla svelta la furberia del buon francesco e le sue chiamate personali alle persone bisognose. A me non ha mai chiamato…Eppure gli ho scritto piu’ volte per segnalare precise e circostanziate anomalie riscontrate in curia ed in una parrocchia in particolare… Forse la sua viglia di pulizia e’ solo puramente a parole come ha solo dimostrato, oppure i veri problemi non li ritiene tali? E intanto la gente subisce…

  12. La Corte di Giustizia internazionale ha deciso pare favorevolmente sui Marò. Europa ed Italia perchè non si sono rivolti alla Corte di Giustizia Internazionale prima di soccombere ai ricatti della Turchia, che lungi da noi vuole persino entrare in Europa per islamizzarci e vuole anche visti facili? Oltretutto parte dell’accordo con la Turchia è anche incompatibile con la nostra legge Martelli? Ci stanno facendo subire ricatti, invasioni, sopraffazioni dal mondo intero e Turchia, Medio-Oriente, Africa, ISIS, criminali e furbi del mondo si stanno approfittando della totale ignoranza delle leggi e dei regolamenti che stiamo dimostrando e che regna sovrana ad ogni livello? E Obama e Ban Ky Moon vengono a pontificare da noi sul diritto di asilo quando il Congresso Americano col voto di alcuni democratici pare abbia deciso di non accettare siriani e internet riporta anche iracheni sul proprio territorio? Questo non dimostra che al contrario di quanto ci vogliono far credere non esiste obbligo internazionale per gli Stati di concedere asilo, altrimenti il Congresso Americano non avrebbe potuto decidere in tal senso!! Aspettiamo di rimpatriare tutti in zone franche continentali ONU che paghiamo per questo, spetta all’ONU proteggere i rifugiati o no?

RISPONDI