Trionfo An Brescia, l’unica squadra a mettere in bacheca quattro Euro Cup

0
Bsnews whatsapp

L’An Brescia al vertice della scena internazionale: a Mompiano, nel ritorno della finale di Euro Cup, la squadra di Sandro Bovo non dà scampo al Sintez Kazan, portando a casa il 12 a 6 (5-1, 1-0, 3-1, 3-4, i parziali) che sancisce la conquista del trofeo continentale. Con il successo di questa sera, l’An diventa il primo club con quattro Euro Cup-Coppa Len in bacheca.

Davanti a una tribuna stracolma di tifosi tanto calorosi quanto desiderosi di festeggiare, Presciutti e compagni non deludono le attese riuscendo a chiudere i conti già nel primo tempo: in poco più di due minuti (a metà frazione), il sette bresciano è sul 3 a 0 e, a quel punto, per la formazione russa si ritrova a meno 10 (11-4 il punteggio dell’andata), e anche il gol di Ryzhov-Alenichev (in superiorità), serve a ben poco perché, a fine periodo, arrivano ancora due segnature biancazzurre (con Molina e Nora), e il compito del Sintez si trasforma da disperato a impossibile. Seppur con la coppa già in tasca, le calottine di casa continuano a macinare gioco, facendo leva su una difesa, ancora una volta, molto efficace e sfruttando ogni errore e ogni occasione per colpire: in tre tempi, il Kazan va a segno solo due volte, e azione dopo azione, la compagine ospite molla la presa. In avvio dell’ultimo tempo, il risultato è sull’11 a 2, le sorti sono  definite e il pubblico può iniziare a fare festa; i numerosi bambini (e non solo loro) incominciano a indossare le magliette celebrative e la piscina mompianese diventa un tripudio biancazzurro. L’An è sul tetto d’Europa, avanti così.

«Non m’immaginavo una tribuna così piena – queste le parole a caldo di coach Bovo -, con così tanti bimbi calorosi ed entusiasti: vuol dire che ci stiamo radicando sempre più nel territorio e la vittoria è anche per tutti quelli che ci sostengono con passione e tifo acceso. In ogni caso, il traguardo ripaga dei grandi sforzi sostenuti dalla dirigenza – a partire dal presidente Malchiodi e dal vice presidente Morandini -, dall’OMR, nostro fondamentale sponsor, e da tutti i collaboratori. Venendo alla partita, ero sicuro di vincere, abbiamo preparato con cura questa doppia finale, eravamo pronti a far bene: doveva essere festa e festa è stata».

«Sono davvero contento – dichiara il patron, Marco Bonometti -, finalmente è arrivato un risultato positivo. Il successo è il frutto del lavoro di tutto l’organico, della precisa impostazione data alla società. Vogliamo essere campioni in acqua ma anche al di là dell’evento sportivo: impegno, pianificazione, spirito di sacrificio, sono tutte caratteristiche dell’An e vogliamo essere esempio per gli altri club. Abbiamo costruito un gruppo eccezionale, schieriamo campioni nello sport e anche nella vita e la vittoria di stasera è l’inizio di un percorso di crescita. Spero proprio che il traguardo raggiunto stasera possa avvicinare sempre più la città alla pallanuoto, soprattutto i giovani; per noi, lo sport è, sì, evento agonistico, ma anche momento educativo».

«La conquista dell’Euro Cup – dice il presidente Andrea Malchiodi -, è il coronamento del lavoro iniziato quattro anni or sono, per costruire una società solida e vincente: ora ci godiamo questo momento che rende merito alle nostre fatiche e che sottolinea la qualità del nostro impegno. Questa vittoria ci dà la consapevolezza di poter arrivare a traguardi più importanti; intanto, però, da parte mia è doveroso ringraziare chi ha reso possibile tutto ciò, ovvero il tecnico e i giocatori, e poi tutto lo staff dirigenziale e, ovviamente, gli appassionati patron, Marco e Franco Bonometti, oggi entrambi presenti a sostenere la squadra».

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI