Gas esilarante alle partorienti meglio dell’epidurale. Al Città di Brescia è già realtà

0
Bsnews whatsapp

Dolori attenuati e ansia in archivio in sala parto, con un piccolo "aiutino". Non si tratta dell’ormai nota epidurale, ma di una novità già sperimentata al reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’Istituto Clinico Città di Brescia: la somministrazione di gas esilarante, da tempo usato per i suoi effetti come anestetico e analgesico. È conosciuto inoltre per la capacità di conferire lieve euforia.

"L’aspetto più interessante del suo utilizzo – ha raccontato al Giornale di Brescia Michele Tarantini, Responsabile del reparto di Ostetricia – è quello di essere on-demand: la partoriente può decidere quando azionare la valvola che regola il fluire del gas nella mascherina posizionata su naso e bocca. La futura mamma è quindi libera di tenere sotto controllo il proprio livello di dolore in modo autonomo e mirato".

Secondo gli esperti il protossido d’azoto può essere considerato a tutti gli effetti un’alternativa sicura e non invasiva all’epidurale, che consente alla donna di restare sveglia e vigile potendo vivere a pieno l’esperienza del parto, senza effetti collaterali per il nascituro.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. dovrebbero distribuirlo gratis non solo alle partorienti ma anche all’intera popolazione italiana …perchè da ridere quì non è rimasto nulla !

RISPONDI