Passano le unioni civili, alla sede dell’Arcigay di Brescia debutta la bandiera tricolore

0
Bsnews whatsapp

Le Unioni Civili passano l’esame della Camera, con la legge Cirinnà che introduce per le persone omosessuali unite civilmente una serie di diritti come la reversibilità della pensione, il congedo matrimoniale, diritti ereditari, obbligo all’assistenza morale e materiale, obbligo reciproco a contribuire ai bisogni comuni. Non sono previsti invece l’obbligo di fedeltà e l’adozione co-genitoriale.

Sulle pagine del Corriere della Sera Luca Trentini dell’Arcigay di Brescia ha manifestato la sua gioia e svelato un retroscena: "Quando abbiamo inaugurato la sede di via Paitone non abbiamo messo la bandiera italiana, ci siamo promessi di issarla quando avremmo avuto una legge. Non è la legge che avremmo voluto noi, ma è un passo in avanti. Non c’è ancora totale uguaglianza senza le adozioni e il nome "matrimonio", ma dopo 20 anni di battaglie oggi possiamo festeggiare. Continueremo comunque a combattere per i nostri diritti".

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Si ricordino di quella bandiera quando andranno all’estero per aggirare la legge, affittare uteri e tornare in patria con un figlio in braccio chiedendo per lui diritti intrisi di egoismo

  2. Al di là di tutto è positivo che questa legge sia passata. Giusto riconoscere i diritti alle coppie gay. Mi sembra che il governo abbia lavorato bene questa volta

  3. bella idea quella del governo di sinistra di abbattere una dopo l’ altra le raccaforti della nostra cultura , in primis la famiglia tradizionale fatta da uomo e donna che procreano figli … mi vergogno di questa italia dove i valori veri vengono spazzati via al pari dell’ egoismo individuale di chi reclama famiglia un insieme non ben identificato di individui che non procreano niente !!! la aboliremo appena questo governaccio andrà a casa, ciao fate

  4. quando il diritto alle coppie famolostrano di adottare bambini ? fate ridere , il vostro senso del pudore è uguale alla prepotenza con la quale il governo ha avvallato una leggina a forza di fiducia e in barba al sentimento della maggioranza degli italiani . state certi, faremo un referendum popolare per abbattere questa menzogna .

  5. Speriamo ritorni presto Berlusconi al governo. Lui sì che rappresentava perfettamente la nostra cultura cattolica e,in primis, i sacri valori della morale coniugale e della famiglia tradizionale.

  6. Piu’ diritti della famiglia fondata sul matrimonio, meno doveri come il non obbligo della fedeltà, e reversibilità a tutti. Truffe a piu’ non posso

  7. La bandiera italiana è stata esposta in modo contrario alla legge, nell’ultima posizione in ordine di importanza, quindi in modo oltraggioso. Quando le bandiere esposte sono tre, quella italiana va nel mezzo, la seconda per importanza, alla destra di questa. Il vostro drappo, se proprio volete esporlo, va sulla sinistra. tuttavia lo sconsiglio perché giudico l’accostamento offensivo.

  8. Sicuri che la maggioranza degli italiani sia contraria alle unioni civili? Sicuri che questa legge intacchi la famiglia? Oggi su radio 24 ho sentito l’intervento di un ascoltatore che faceva diversi esempi di come la famiglia in Italia non sia mai stata tutelata: rette degli asili nido altissime, aziende che non concedono i part-time alle neo mamme, nessuna politica per incentivare il matrimonio, divorzi complicatissimi e costosi…solo per fare qualche esempio. A me sembrano tutti esempi di disincentivazione a formare una famiglia, eppure secondo voi a distruggere la famiglia sarà una legge che alle famiglie non ha tolto niente, ma solo preso in considerazione situazioni già esistenti che non erano regolamentate dalla legge. E qualcuno ha anche il coraggio di dare degli egoisti a delle persone che fino a ieri non avevano neanche il diritto di andare a trovare in ospedale i propri compagni gravemente malati perchè non erano sposati. Fermatevi e riflettete per favore, cosa vi è stato tolto?

  9. La famiglia cattolica italiana tipo è : marito moglie figli, il marito che va nei club cinesi e la moglie nelle saune a farsi massaggiare. A reciproca insaputa, oppure entrambi compiacenti felici e cornuti.

  10. Uno stato che dirotta le poche risorse dalla famiglia procreatrice per dare la pensione a dei “polemici del sesso”, in spasmodica ricerca di conferme, decreta la fine della società fondata sul contratto sociale ispirato ai valori eterni ed alle leggi di natura.

  11. Comincino i clericali pedofili e pedopornografici a dare per primi il buon esempio rispettando i valori eterni e le leggi di natura, che, mi pare, non prevedano demoniaci e rivoltanti stupri di bambine e bambini innocenti e abominevoli scambi di materiale pedopornografico.

  12. porti un esempio che probabilmente hai vissuto o vivi personalmente…, aspettiamo che ci racconti particolari piccanti perchè è molto interessante il tuo disagio e l’accostamento con i cinesi anche , per i massaggi invece restiamo in attesa di sapere dove va la tua consorte…ciao

  13. tranquilli…tanto vi sarà un referendum e la leggina verrà cancellata insieme a renzi e la cirinnà …
    o renzino l’hai fatta bella , adesso tremi perchè sai che te ne dovrai andare a casina da paparino tuo a fare il contabile onde evitargli qualche bacarotta prossima…bye bye

  14. Ma Mattarella firmerà questa legge se come dicono legittima la poligamia, incentiva le truffe allo Stato sulla reversibilità, concede piu’ diritti alle unioni civili che al matrimonio non obbligandoli alla fedeltà che è motivo per chiedere il divorzio. Se Mattarella è davvero garante della Costituzione aprirà questione di legittimità alla Corte Costituzionale prima di firmare questo paperacchio all’italiana

  15. Magari prima di esprimere pareri partendo da “se come dicono” sarebbe meglio verificare la cosa. Se pensi che la fedeltà sia un obbligo oneroso, allora non rispetti il vincolo del matrimonio che mi pare invece tu vorresti difendere. Ma poi fammi capire, non volevate le unioni civili equiparate ai matrimoni e adesso vi lamentate perchè secondo voi hanno addirittura più diritti? Ma sarà vero oppure l’hai sentito dire?

  16. passa l’ esame della camera con questi requisiti: primo ministro non eletto dal popolo quindi sino a prova contraria autoelettosi , governo che sta in piedi grazie al fuoriuscito voltagabbana verdini , eletto candidato in forza italia prima per poi saltare sul carro renziano , anche in questo caso il voto sovrano del popolo è finito in quel posto , legge cirinnà praticamente imposta a suon di fiducia perchè altrimenti mai sarebbe passata con un governo che non ha i numeri …aspettiamo il referendum cosicchè la ciurma di renzi alzi le vele per altri lidi portandosi dietro tutto il malessere compiuto alle spalle degli italiani prima e degli elettori dopo ! ciao ciao mare

  17. Ne abbiamo abbastanza di leggi delle quali non abbiamo sicurezza di rispetto della Costituzionalità. Sarebbe ora che come per la Francia anche a noi dessero la possibilità di verificare preventivamente la costituzionalità della legge oppure come in Germania Spagna e Austria avere la possibilità del ricorso diretto dei cittadini alla Corte Costituzionale a noi preclusa. Mattarella dovrebbe garantirci che quando firmerà questa legge sia certo che non leda la costituzione. Basta leggi incostituzionali

  18. Lungi da me difendere questo governo, ma per dovere di cronaca ti faccio notare che in Italia non si elegge il primo ministro come si fa in America (dove si elegge il presidente, non il suo partito) ma il governo, quindi non c’è niente di anticostituzionale o illecito. Per quanto riguarda le leggi passate a suon di fiducia non mi sembra che i governi precedenti abbiano niente da invidiare a quello attuale, anzi. L’Italia è ingovernabile dalla fine della prima repubblica, sono passati 22 anni ma qualcuno si accorge solo ora che le leggi passano con la fiducia, io mi ricordo leggi ben più scandalose (perchè anticostituzionali) che sono passate nell’indifferenza e nella disinformazione.

  19. La pensionistica reversibilità delle unioni civili anche ai ghettizzati dell’amplesso sul materasso con foglie di granturco, degli amanti costretti dalla macha società borghese e clericale a farlo in auto ed in stradine poco illuminate ed ai pubblici sostenitori dell’Orgoglio Etero Liberamente Praticato!!!!!!!!!!! !!!

  20. Gran lotta per riconoscere il diritto degli omosessuali, ma tutti zitti sul diritto di venire al mondo (legge sull’aborto) dei bimbi nel grembo materno!

  21. Invece è molto coerente da parte tua tirare fuori l’aborto dove non c’entra una mazza. Tra l’altro ti faccio notare che una legge che regolamenti l’aborto esiste, mentre una regolamentazione e sulle coppie di fatto non esisteva proprio, quindi stai parlando proprio di aria fritta.

  22. Secondo te un abominio, secondo me una scelta di civiltà. La legge esiste già, cambierà quando le persone che la pensano come te saranno più di quelle che la pensano come me e si farà un referendum. Quando la legge cambierà dovrò accettarlo, perchè la società sarà cambiata, fino ad allora cerca di accettarlo tu.

  23. Dubbi di costituzionalità sembrano esservene, anche se non è ancora chiaro il testo della legge. Già non si spiega di come la Corte Europea dei Diritti dell’uomo abbia anni fa rigettato un ricorso di una coppia omosessuale austriaca, sostenendo che il matrimonio omosessuale non è un diritto, o meglio negarlo non significa negare un diritto nè tantomeno un diritto inviolabile dell’uomo, e da noi pretenda di regolarizzarlo!! A noi questa Corte ci condanna sempre e mai che facciamo un ricorso se non quando governava il centro-destra per il crocefisso. Poi ricordo su Libero un articolo di un Magistrato che spiegava che il matrimonio costituzionale era incostituzionale, non ricordo bene le parole esatte ma la famiglia riconosciuta dalla Costituzione era quella fondata sul matrimonio e a desumere che il matrimonio sia quello tra uomo e donna stava nel significato della parola matrimonio che deriva da madre cioè colei che genera e specificava oltre. Comunque anche solo il fatto che nelle unioni civili si garantiscano solo diritti e non il dovere della fedeltà previsto dall’art. 143 del codice civile, pare essere un privilegio che discrimina la famiglia fondata sul matrimonio. Poi la reversibilità regalata a tutti indistintamente dopo che la volevano togliere alle vedove, pare una presa in giro. Chissà quante truffe escogiteranno i furbi italiani e del mondo intero, anche solo per aver diritto alla cittadinanza italiana. Visto quel che succede con l’immigrazione dove anche un gatto ormnai capirebbe che ci stanno prendendo in giro tutti

  24. Vero: due diverse impostazioni giurisprudenziali di fondo, una…per i diversi, appunto, ed una per tutti gli altri. Grande caos.

  25. E la poligamia? E’ vero che la legge pare legittimarla? Ieri ne parlavano in TV ma non ho potuto seguire il commento. Vogliono dare il contentino agli islamici che votano?

  26. Quanta tenerezza ispirano i pasdaran cattolici con le loro preoccupazioni per i bambini (in realtà feti ma fa comodo “giocare” sulle parole); peccato che queste preoccupazioni non siano altrettanto evidenti quando certi bambini sono al mondo, magari non proprio graziati dal loro (dei cattolici) Dio e vittime di qualche patologia. Andate a vedere nelle belle scuole paritarie, dalle materne alle superiori, quanti disabili sono accettati. Provate ad iscrivere un ragazzino problematico in qualcuna delle scuole gestite da preti o suore (e lautamente finanziate dallo Stato, alla faccia della Costituzione) e vedrete come fanno presto ad indicarvi la porta. Qualche eccezione ci sarà, ma i dati parlano chiaro: nelle scuole cosiddette paritarie gli iscritti disabili sono circa 12000 su circa 1 milione, in quelle statali circa 234000 su meno di 8 milioni, dunque, in percentuale, più o meno il triplo.

  27. Un omosessuale 80enne fa unione civile con uno straniero 25enne. Dopo 2 anni muore, il 25enne oltre alla reversibilità per tutta la vita acquisirà la cittadinanza italiana. Questo l’esempio fatto ieri sera in TV a cui nessuno ha dato risposta. Ma che bella truffa

  28. C’è una legge, anche se molto blanda, la cosiddetta legge sulle badanti, che pare non prevedere la reversibilità se non sono passati un tot anni di matrimonio, se non erro

  29. Forse saranno inutili per lei; se c'è un vuoto legislativo va colmato, al di la che sia prioritario o meno.Che un simile dibattito che dovrebbe essere invece di rapida e immediata soluzione abbia impegnato i "lavori" del parlamento per tanti mesi è invece una conseguenza della politica italiana, che evita accuratamente questioni cruciali (vitalizi, numero di parlamentari, ecc) per azzannarsi invece su aspetti che riguardano la coscienza e la vita dei singoli. È un modo x distrarre l'attenzione dell'elettore che si lascia così suggestionare da crociate sulla moralità da chi nemmeno sa cosa sia.

RISPONDI