Tunisino arrestato in piazza Garibaldi: doveva scontare la pena per furto aggravato

0

Nella serata di ieri, 6 luglio, alle 19.15, personale della Squadra Volante della Questura di Brescia ha fermato in Piazza Garibaldi un tunisino 42enne, già noto in quanto destinatario di un Ordine di Carcerazione. Sprovvisto di documenti, l’uomo è stato accompagnato in Questura per l’identificazione e quindi arrestato con l’accusa di furto aggravato in concorso. Lo scorso novembre, infatti, aveva cercato di effettuare un colpo in un cortile di una palazzina in via Chiusure. Ora, per lui, la pena da espiare è di 10 mesi di reclusione e 500 euro di multa.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Se questo tunisino era sprovvisto di documenti ed era clandestino non sarebbe stato meglio applicare la direttiva rimpatri, visto che la Corte Europea ha condannato l’Italia perchè prevedere il carcere da 1 a 4 anni per chi non rispetta l’obbligo del rimpatrio contrasta con lo scopo della direttiva rimpatri che è quella di un rimpatrio effettivo ed efficace?

  2. grazie ministro degli interni di averci riempito di clandestini che non riuscirai mai più a buttare fuori dall’ italia , lo ricorderemo alle prossime elezioni …rauss !

LEAVE A REPLY