Via Orzinuovi, un anno dopo l’ordinanza della Loggia demolite le case abusive dei sinti

0

Sono state demolite, a partire dalle prime ore di martedì 26 luglio, 15 costruzioni erette abusivamente all’interno del campo nomadi di via Orzinuovi 108. L’intervento – come si legge in una nota inviata nel tardo pomeriggio dal comune – "si è reso necessario dopo ripetuti e inascoltati inviti da parte dell’amministrazione comunale che, nel mese di luglio 2015, ne aveva ordinato la demolizione, imponendo ai proprietari di abbattere le strutture abusive entro 90 giorni". "Nonostante i ripetuti gesti di disponibilità dell’amministrazione – continua il comunicato – a distanza di un anno soltanto due “casette” erano state rimosse". L’operazione, pianificata dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, è scattata alle 6 del mattino e vi hanno preso parte 25 agenti dei nuclei specialistici e territoriali della Polizia Locale di Brescia appoggiati da 30 agenti della Polizia di Stato del reparto mobile di Padova, da un battaglione dei Carabinieri di Milano, dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Brescia e dal personale dell’Ufficio Tecnico del Comune di Brescia. Le strutture demolite dalle ruspe e le masserizie sono state recuperate da Aprica che ha provveduto al loro regolare smaltimento. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. E adesso dritti spediti in panoramica, viale venezia, costalunga, mompiano e in curia, come la vostra brava e giusta integrazione vi impone. Attendo i fatti…

  2. L’abusivismo non va tollerato e benissimo hanno fatto ad abbattere i manufatti illegali. Sicuramente le autorità competenti avranno, nel frattempo, provveduto ad abbattere anche tutte le strutture abusive che si trovavano, numerosissime, in molti campeggi del Lago di Garda e del Lago d’Iseo. O no?

  3. e il rimpatrio dei clandestini che imperversano in tutta la provincia col foglio di via in mano e se ne sbattono anche se pluripregiudicati , quando ??? quando ???????

LEAVE A REPLY