Buon compleanno Bresciaoggi, oggi sono 41 anni di vita

0
Logo quotidiano Bresciaoggi
Logo quotidiano Bresciaoggi
Bsnews whatsapp

Buon compleanno Bresciaoggi. A ricordare l’anniversario è stato oggi su Facebook Piergiorgio Gamba, storica firma del quotidiano di via Eritrea. “Bresciaoggi è stato edito dal 1975 dalla Cooperativa Editoriale 28 luglio, formata da giornalisti e poligrafici fino al 1990”, ha sottolineato Gamba facendo gli auguri agli ex colleghi. Bresciaoggi compie dunque 41 anni, e – nonostante la crisi dell’editoria e dei bilanci – si conferma come un pezzo importante della storia e del presente di Brescia. Da lì, infatti, sono passate alcune delle firme più note del giornalismo italiano contemporaneo. Due nomi su tutti: Maurizio Belpietro e Massimo Mucchetti. Ma se all’elenco si aggiungessero direttori di testata o pari livello l’elenco sarebbe molto più lungo.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO

UN COMMENTO

  1. Dal 1975 come cooperativa. Ma ricordo che nacque due anni prima e poi falli’. Sorse questa cooperativa che resse fino alla prima meta’ degli anni novanta. Dopo ci fu un doloroso processo di ristrutturazione aziendale con parecchi licenziamenti, alcuni dei quali, ricordo, anche clamorosi per la loro arbitrarieta’. Una storia piuttosto complessa, con parecchi errori, luci e ombre. Tralaltro era una testata di sinistra che si contrapponeva, e giustamente, col bigotto e superiore giornale di brescia (superiore e supponente come la dc e il clero bresciano). Bresciaoggi inoltre dava molto piu’ spazio alle notizie vicine alla gente ma lontane al palazzo (politico e religioso). Oggi i tempi sono cambiati, la gente si e’ fortunatamente affrancata da religioni e ideologie, e tutto si e’ mescolato senza piu’ schieramenti netti. Un’evoluzione? Ai posteri l’ardua sentenza…

  2. le due testate storiche , da una parte bresciaoggi molto più concreta agli interessi della gente e senza troppi peli sulla lingua nel sottolineare avvenimenti locali magari scottanti , dall’ altra il giornale di brescia ben schierato con la fetta di illustri eminenze cattofinanziarie bresciane .
    la differenza tra le due testate la riscontravi spesso nel modo di fare le cronache locali , da una parte si tendeva a minimizzare se non addirittura evitare qualsiasi commento sulle pagine del GdB , dall’ altra vi era invece maggior trasparenza e spazio dedicato all’avvenimento .

RISPONDI