L’Agenzia delle entrate cerca casa: ecco tutte le proposte arrivate

0
Bsnews whatsapp

Trenta milioni di euro. Tanto ha messo sul piatto l’Agenzia delle entrate di Brescia per trovare una nuova sede che unisca gli uffici di via Marsala e via Sorbanella, risparmiando i due milioni all’anno di affitto che oggi paga e dando una casa unica ai 509 dipendenti dell’ente. Il bando è stato pubblicato ad aprile, e non ha ottenuto risposte soddisfacenti. L’Agenzia cerca infatti un edificio già pronto tra i 14mila e il 16.600 metri quadrati o uno da realizzare (entro un anno e mezzo) tra i 10mila e i 14mila metri quadrati.

Sei le offerte arrivate, secondo quanto riferisce il Corriere della Sera. Brescia Infrastrutture – società controllata dal comune di Brescia – ha offerto due aree collocate ai capolinea del metrò: una a Sant’Eufemia e l’altra in via Arsenale, vicina al Prealpino (area Santini). Mentre Lonati ha candidato le Tre torri (l’unico edificio “chiavi in mano”), Finsibi un pezzo della Pietra Curva, un’altra società avrebbe proposto di realizzare la sede nel comparto Milano, vicino al nuovo museo Musil, mentre un sesto privato avrebbe messo a disposizione un’area in via Triumplina, in zona quartiere Casazza.

Nessuna delle proposte soddisferebbe però i requisiti indicati dall’Agenzia delle Entrate: “la grande superficie richiesta abbinata alla vicinanza a parcheggi publici per l’utenza e i dipendenti; vicinanza a fermate dei mezzi pubblici (metrò, treno, bus) e strade di grande comunicazione; vicinanza a servizi come banca e ufficio postale; indipendenza del fabbricato; assenza o limitatezza di spazi condominiali; accessi differenziati per il personale e il pubblico, sviluppo in orizzontale degli uffici e altri quattro criteri strutturali sui materiali da utilizzare”.  

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI