Pesce scaduto e senza etichette. Nei guai un rinomato ristorante franciacortino

12

Il 5 ottobre l’Ats di Brescia, in collaborazione con i Nasdi Brescia, ha effettuato un controllo ispettivo in un rinomato ristorante della Franciacorta. "Tale controllo – secondo quanto riferito da un comunicato ufficiale – ha portato al sequestro di 500 kg di carne/pesce surgelati e preparazioni gastronomiche pronte per il consumo. Dopo il sequestro, gli alimenti sono stati inviati immediatamente alla distruzione poiché totalmente sprovvisti di etichettatura e tracciabilità, ed impropriamente conservati e congelati; alcuni prodotti sono risultati, inoltre, scaduti". Il legale rappresentante dell’attività controllata è stato denunciato per frode nell’esercizio del commercio in quanto somministrava ai clienti alimenti surgelati, indicazione non presente all’interno dei menù. Inoltre gli sono state comminate sanzioni per 3mila euro per la scarsa igiene nel deposito merci.

Il 3 di ottobre, sempre in zona franciacorta, è stato sottoposto a chiusura – fino ad adempimento delle prescrizioni impartite e previa verifica delle stesse – un negozio di macelleria e prodotti etnici.. Lì sono state riscontrate gravi carenze igienico sanitarie dei locali e massiccia infestazione di scarafaggi nel reparto frigoriferi; le sanzioni amministrative si aggirano intorno ai 2000 euro.

Comments

comments

12 COMMENTS

  1. Di quale ristorante 'rinomato' si parla .
    Senza indicare il nome vanno a rischio anche tutti gli altri ristoratori e non è corretto

  2. Ma cosa mi interessa una notizia così importante per la salute se poi non si dice (per paura?) il nome di questo famoso e noto ristorante? Ma la cosa più "simpatica" è che quotidiana non bresciani take nome lo riportano….chissà perché?!?!?!?

  3. E’ meglio quindi evitare i ristoranti gestiti da bresciani. E pensare che si vantavano di essere a posto, diversi e migliori dei ristoranti” etnici ” E gli scemi gli credono anche.

  4. siete specializzati nel tacere i nomi, penso che gli avventori abbiano il diritto di tutelarsi da infezioni gastro intestinali !

  5. Appunto. Il nome è importante. Per completezza di informazione, per tutelare i clienti e per tutelare gli altri ristoranti che non sono coinvolti. Ma, come sempre, si finisce per dare notizie che allarmano ma non informano fino in fondo.

  6. Come specificato l’articolo riporta un comunicato ufficiale dell’ex Asl (oggi Ats), in cui purtroppo non è indicato il nome.

LEAVE A REPLY