Nuova scritta luminosa in arrivo sul grattacielo Pirelli: Help christians

4
Bsnews whatsapp

Il Grattacielo Pirelli, sede del Consiglio regionale della Lombardia, in occasione dell’evento internazionale di sabato 29 ottobre, si farà pubblico ambasciatore delle sofferenze dei Cristiani perseguitati. Sull’architettura di cristallo comparirà infatti una grande scritta luminosa, visibile da notevole distanza: HELP CHRISTIANS.


L’iniziativa, unica nel suo genere, a sostegno della comunità religiosa maggiormente discriminata al mondo, si inserisce nel solco di altri momenti di testimonianza, come l’illuminazione di rosso di Fontana di Trevi a Roma lo scorso 29 aprile.

La Regione Lombardia, in particolare l’Assessorato alle Culture, Identità e Autonomie guidato da Cristina Cappellini, la sezione italiana della Fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre e la redazione de “Gli Occhi della Guerra” sono gli organizzatori dell’evento Help Christians – a sostegno dei cristiani perseguitati. Lo scopo è quello di richiamare l’attenzione nazionale e internazionale sulla persecuzione che affligge milioni di Cristiani in diverse aree del mondo, a cominciare dal Medio Oriente.

Il convegno è aperto al pubblico e si terrà a Milano sabato 29 ottobre alle ore 16.00 (Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli, v. Fabio Filzi 22). Nell’ambito dell’incontro, moderato dal giornalista Fausto Biloslavo, porteranno la loro testimonianza il siriano Mons. Mtanios Haddad e l’iracheno Padre Rebwar Audish Basa. Interverranno il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, l’assessore Cristina Cappellini, il Presidente di ACS-Italia, Alfredo Mantovano e l’Amministratore Delegato de IlGiornale.it, Andrea Pontini.

 
"L’evento Help Christians – ha spiegato l’assessore Cristina Cappellini – si tiene a poche settimane di distanza da un’altra importante iniziativa che ha visto la Regione Lombardia in prima linea nel sostenere la causa dei Cristiani perseguitati, ossia l’approvazione da parte del Consiglio regionale di una mozione, presentata dal gruppo consiliare della Lega Nord, che sostiene la campagna per il riconoscimento della qualifica di genocidio in riferimento alle persecuzioni delle comunità cristiane sotto il giogo dello Stato Islamico. Un passo significativo che speriamo possa, insieme all’evento del 29, scuotere le coscienze dei cittadini, dei media e della politica nazionale e internazionale, che per il momento non stanno prestando al tema in questione la dovuta attenzione". 

“Si tratta di un’iniziativa realmente senza precedenti – ha detto invece il Direttore di ACS-Italia Alessandro Monteduro – per dimostrare vicinanza ai nostri fratelli perseguitati per la fede in diverse aree del mondo. Non hanno voce per richiamare la pubblica attenzione, per cui siamo noi ad avere la responsabilità di prestarla loro. Deve crescere e consolidarsi la consapevolezza delle sofferenze dei Cristiani, e per questo abbiamo deciso di essere al fianco della Regione Lombardia e della redazione de “Gli Occhi della Guerra” per lanciare un messaggio di aiuto rivolto anzitutto alle Istituzioni nazionali e internazionali. E se qualcuno vuole ignorare questo dramma, il Pirellone sarà lì a ricordarglielo”.

"Siamo orgogliosi di prendere parte a questa iniziativa che vuole accendere i riflettori sulla tragedia dei Cristiani perseguitati nel mondo”. – spiega infine Andrea Pontini, amministratore delegato de ilGiornale.it "Grazie ai lettori siamo – ha continuato – stati in Siria, Iraq, Pakistan, in questo momento siamo in Nigeria e tra qualche giorno saremo in Bangladesh per continuare a raccontare questo dramma davanti al quale noi, insieme ai nostri lettori, non chiudiamo gli occhi."

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

4 COMMENTI

  1. Help Cristiani: accendere un riflettore sull’ex mitico assessore regionale forzista costretto ormaiall’indigenza dopo essersi ritirato per sempre dalla politica. Diamogli una mano, lo aspettano anni bui da pensionato…

  2. Peccato che la LEGA si richiami al cristianesimo solo quando gli fa comodo, ma nei fatti fa esattamente l’opposto di cio` che insegna il messaggio cristiano. A Pontida giravano magliette con scritto: -il mio papa e’ Benedetto -. Quindi, dovrebbero seguire il suo insegnamento. Benedetto XVI diceva: “in fatto di ospitalità oggi la nostra società deve interrogarsi: Quale comportamento dinanzi a tanta povertà, dinanzi a tanti stranieri? Chiuderci in noi stessi dal momento che ci sentiamo sazi, oppure accogliere il povero, come verrebbe accolto Cristo? La Parola di Dio ci spinge a considerare il problema alla luce del Vangelo: ciò che avrete fatto a uno dei miei più piccoli, l’avrete fatto a Me! Avevo fame e mi avete dato da mangiare…”

  3. Probabilmente i leghisti vanno tutti a messa prima tutte le domeniche e la sera a letto presto dopo il rosario. E il venerdì mangiano solo pesce del sacro fiume Po.

RISPONDI