Slot, maximulta a bar, Beccalossi: la nostra legge funziona

0
Bsnews whatsapp

"La Legge regionale contro il gioco d’azzardo patologico funziona e bene ha fatto il Comune di Brescia a sanzionare chi non la rispetta. Rivolgo quindi un appello a tutti i Comuni lombardi perche’ applichino con rigore la norma sulla distanza minima dai luoghi sensibili per le slot di nuova installazione. Per ottenere risultati, oltre che prevenzione e cura dei malati, serve repressione per chi viola le regole".

Lo dichiara Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Citta’ metropolitana e team leader della Giunta Maroni in tema di ludopatia, commentando cosi’ la notizia della multa di 30.000 euro inflitta al gestore di un bar di Brescia, da parte della Polizia Locale, per aver installato due slot machine, ignorando la Legge regionale che vieta di collocare nuove ‘macchinette’ in locali che si trovano a distanza inferiore ai 500 metri da scuole, oratori, luoghi di culto, impianti sportivi e strutture sanitarie.

"Bene cosi’ – conclude Viviana Beccalossi – ma ancora meglio sarebbe se il Comune di Brescia scegliesse di usare la cifra raccolta per finanziare progetti mirati al contrasto del gioco d’azzardo patologico che e’ sempre piu’ una piaga sociale che rovina moltissime famiglie italiane".  

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Vabbe’. La prossima volta metterò il bar con le slot a 501 metri e quindi sarò in regola. Cosi almeno la Sig.ra Beccalossi sarà contenta.

  2. Non penso ci sia niente da ridere!!! E’ evidente che se ci fossero persone con un po’ di buon senso certe regole non servirebbero. Siccome purtroppo servono, è evidente che una regola deve necessariamente prevedere un limite e che pertanto per essere in regola non deve essere superato.
    Quindi non è un problema di accontentare la sig.Beccalossi, bensì di rispettare le regole e magari di capirle, se possibile.

RISPONDI