Forza Nuova, ora Trump chiuda le basi Nato in Italia

0
Bsnews whatsapp
"Donald Trump presidente degli Stati Uniti: la sua vittoria, inaspettata stando ai sondaggi dei media americani e internazionali, è l’emblema di un voto di protesta del ceto bianco produttivo contro il sistema. Stando alle statistiche, infatti, l’elettore medio di Trump è bianco, maschio e fa
parte della classe produttiva americana (operai, ceto medio, piccoli-medi imprenditori)" – si legge nell’analisi della sezione bresciana di Forza
Nuova. 
 
"Ancora una volta, il fattore etnico nelle elezioni degli USA è stato determinante, ma a questo giro il voto di classe è stato l’ago della bilancia. Mentre la Clinton ha basato la propria campagna elettorale su russofobia e sul sostegno all’apparato parassitario e non produttivo
(principalmente afro-americani, latinos, hipster newyorkesi post-materialisti e millenials), il presidente Trump ha saputo cogliere nel segno, con proposte che vanno dal cancellare lo Offshoring Act, la  legge che facilita le aziende a delocalizzare la produzione all’estero  (licenziando i lavoratori americani), ad un piano economico di forti riduzioni e semplificazioni fiscali specificamente destinato alle classi medie".
Nella nota, FN conclude: "Quello che a noi preme, in quanto Italiani, è che le ingerenze internazionali degli Stati Uniti cessino, soprattutto contro
l’Italia. Ci auguriamo che il protezionismo di Trump possa essere anche un carattere della prossima politica estera degli USA, concretizzandosi con un riavvicinamento alla Russia di Putin e al progressivo smantellamento del vetusto apparato della NATO, in particolare con la chiusura delle basi
militari americane presenti sul territorio italiano". 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Bravi. Così le testate nucleari di Ghedi le possiamo stoccare nelle abitazioni degli iscritti di Forza Nuova perchè di sicuro gli americani non se le riportano aldilà dell’Atlantico.

  2. Se c’è un settore dove l’arrivo alla Casa Bianca del magnate newyorkese rischia di fare danni irreparabili, vista la gravità della situazione e il poco tempo a disposizione per rimediare, è quello della lotta ai cambiamenti climatici. Trump non ha esitato a definire il riscaldamento globale “una bufala inventata dai cinesi per minare la competitività dell’industria americana”, aggiungendo che il Pianeta “in realtà si sta congelando”.

  3. Ma siete tutti dei maestri sembrate quelli dei sondaggi chiedete si Clinton chi ha pagato il matrimonio della figlia che era vince Foster chi era Paula jhonsem chi ha fatto sparire 70 milioni dalla fondazione radical chic

RISPONDI