Bordonali contro Renzi: porti a Brescia i 140 milioni che ci deve per gli stranieri

0

"Renzi passa a Brescia e in Lombardia solo per le campagne elettorali. Ci auguriamo che nel suo tour lombardo si ricordi anche di portare un assegno da 140 milioni di euro: sono i soldi che lo Stato deve alla Lombardia per le cure mediche prestate agli extracomunitari". Queste le dichiarazioni di Simona Bordonali, assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione della Regione Lombardia in merito alla tappa lombarda del presidente del consiglio. "Renzi ha inoltre stipulato patti territoriali con 9 regioni del sud per destinare loro ingenti risorse. Il presidente Maroni ne aveva proposto uno da 10 miliardi per la Lombardia. Aspettiamo notizie da settembre".

"Invito Renzi a uscire questa sera dall’auditorium e recarsi a Montichiari, ad Anfo o a Frontignano per spiegare ai cittadini le sue folli scelte in materia di immigrazione. Per favorire cooperative e albergatori falliti, il suo governo sta mantenendo con i soldi dei cittadini decine di migliaia di clandestini" conclude Bordonali.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. E rolfi, spot continuo. Se la sinistra dice nero loro predicano bianco e viceversa. Ma pensate a far funzionare i servizi sanitari per noi cittadini lombardi, tempi di attesa inaccettabili e ricorso alla prestazione da privatista. Stranamente per il privatista il macchinario risulta sempre libero ed efficiente. Vergognatevi

  2. Ieri sera in TV una nostra rappresentante europea evidenziava che l\\\\\\\’arrivo di clandestini negli altri Stati Europei è crollata e i clandestini continuano ad arrivare solo in Italia. Chi autorizza le navi persino di Save the Children a scaricare nei nostri porti, quando questa organizzazione internazionale li potrebbe riportare in Africa in uno Stato sicuro tra tutti quelli che hanno ratificato la Convenzione di Ginevra del 1951 e la Convenzione Africana Rifugiati?. Poi ci raccontano che gli Stati Africani non accettano di riprendersi i propri cittadini, ma come è possibile crederlo!!??! Ci facciano vedere la corrispondenza per il rientro in patria di costoro e il rifiuto da parte di questi Stati!! Poi si dovrebbe dire a chi è incaricato della nostra sicurezza italiana di leggersi la direttiva 2013/33/UE che prevede che anche chi arriva mancante dei documenti di identificazione, e fa domanda di asilo dovrebbe essere collocato in luogo dove non gli è consentita la libera circolazione, altro che scorazzare tra la gente con telefonini di ultima generazione e le cuffiette alle orecchie e fare i turisti a spese degli italiani. Se poi questi luoghi dove non dovrebbero avere libertà di circolazione sono pieni li si dovrebbero mettere in carcere però separati dai carcerati comuni e separati anche dai clandestini che non presentano domanda di asilo. Altro che metterli in Hotel o appartamenti privati gli uni e lasciare gli altri clandestini che non hanno presentato domanda di asilo, liberi per l\\\\\\\’Italia o per le strade cosi\\\\\\\’ come sugli scogli di Ventimiglia o nei giardini di Como. Questo sembra proprio emergere dall\\\\\\\’art.8 e 10 della direttiva 2013/33/UE.

  3. Con i 4 miliardi che si spendono per l’immigrazione, sai quanti benefici si potrebbero portare agli italiani ormai impoveriti, che vedono aumentare i generi alimentari nei supermercati del 20% mentre le loro pensioni non sono piu’ adeguate al costo della vita da anni ormai. Tutto aumenta persino le medicine da banco ma non le pensioni!!! Ma chi le ha approvate le direttive europee come quella molto apprezzabile sui rimpatri 2008/115/CE che prevede la possibilità di chiedere di attivare un fondo europeo rimpatri per rimpatriare i clandestini, anche con rimpatri congiunti da 2 o piu’ Stati membri, o anche come la direttiva sui richiedenti asilo che andrebbe portata alla Corte Costituzionale perchè lesiva nei nostri diritti, quando prevede che anche i richiedenti asilo, che sono coloro che ancora non si sa se abbiano diritto di asilo, ad accedere al lavoro, quando l’art.4 costituzione prevede spetti in primis agli italiani!!! Di lavoro non ne abbiamo per gli italiani, è assurdo lo si debba garantire persino ai richiedenti asilo. Comunque sorvolando sulle parti incostituzionali di questa direttiva gli art. 8 e 10 sono a difesa della nostra sicurezza e prevedono che i richiedenti asilo vengano privati della libertà di circolazione, quando non rientrano nei requisiti minimi previsti dall’art. 8 (e tutti rientrano in questi requisiti) e non pare quindi abbiano diritto di circolare tra la gente in barba alla sicurezza dei cittadini e quando non c’è posto in questi centri di trattenimento devono essere messi in carcere lontani dai carcerati comuni e anche dagli extraUE che non hanno presentato domanda di asilo!!! Non ho trovato in questa direttiva europea la possibilità di collocarli in Hotel, in case private ecc.ecc. . Possibile che i nostri rappresentanti europei non ci spieghino il contenuto di questa direttiva che tutela la nostra sicurezza, cosi’ come la direttiva rimpatri invece di continuare a pretendere di distribuire i clandestini in Europa negli stati che giustamente non li vogliono e ci fanno pensare male???

  4. Ieri sera abbiamo visto a Dalla Vostra Parte che a Fiano Romano un richiedente asilo ha tentato di abusare di due bambini. e che a Ficarolo hanno requisito un Hotel privato per mettere falsi profughi. Tanti cittadivi di varie città temono di non vivere piu’ in uno stato di diritto. Come è possibile che succedano cose del genere quando c’è persino una direttiva europea la 2013/33/UE che all”art. 8 e 10 indica chiaramente che i richiedenti asilo che rientrano nei casi previsti nell’art. 8 (ossia tutti quanti quelli che sbarcano in Italia) devono essere messi in centri appositi dove deve essere vietata loro la libertà di circolazione e all’art. 10 è indicato che quanto questi centri sono pieni vanno messi nelle carceri tenendoli separati dai carcerati comuni e dagli altri clandestini che non hanno presentato domanda di asilo. C’è da chiedersi se la mamma di quei bambini che hanno subito un tentativo di molestia a Fiano Romano da un richiedente asilo e l’Albergatore di Ficarolo che si è visto requisire una proprietà privata non si possono rivolgere alla Magistratura per lesione della sicurezza visto che ai richiedenti asilo che in pratica sono degli emeriti sconosciuti che potrebbero essere criminali e anche terroristi, la direttiva europea prevede che debbano essere tenuti in appositi centri dove deve essere vietata la libera circolazione, e non è scritto in nessun articolo che possano essere messi in Hotel o condomini e case private lasciandoli liberi? Se nella gestione di questa invasione sono ravvisabili reati la Magistratura non dovrebbe essere obbligata a indagare ???? La Corte Europea sul caso El Dridi che era un clandestino che doveva lasciare l’Italia nel 2004 e nel 2010 era ancora qui, ha imposto alla Magistratura di disapplicare la legge italiana che prevedeva il carcere e di applicare quella europea che impone allo Stato di rimpatriare. Su questa invasione è palese che viene calpestata la nostra sicurezza se si consente a clandestini e anche richiedenti asilo che non è certo che lo siano di circolare liberamente, mentre il minimo per la nostra sicurezza sarebbe quello di togliere loro la libertà di circolare tra la gente che crea paura e limita il diritto altrui di vivere serenamente!!

  5. A Renzi si dovrebbe chiedere quando intende chiedere all’Europa di attivare il Fondo Europeo Rimopatri e di cominciare a rimpatriare i clandestini e i falsi profughi? Tra l’altro all’art. 9 punto 9 della direttiva europea 2013/*/33/UE c’è persino scritto che gli Stati membri possono esigere un rimborso integrale o parziale delle spese sostenute anche quando la decisine di accordare tali prestazioni è stata adottata in base a informazioni false fornite dal richiedente. All’art. 17 di questa direttiva al punto 4 c’è anche scritto che qualora emerga che un richiedente disponeva di mezzi sufficienti ad assicurare le condizioni materiali di accoglienza e l’assistenza sanitaria all’epoca in cui tali esigenze essenziali sono state soddisfatte , gli Stati membri possono chiedere al richiedente un RIMBORSO. Ma questa direttiva i nostri politici pro-invasione l’hanno letta e come la interpretano? Quando si chiederanno ai clandestini o agli Stati da dove provengono i danni dell’invasione?

  6. Proprio adesso hanno fatto vedere ad Agorà su RAI 3, l’incursione con le Forze di polizia a FICAROLO per requisire l’Hotel di proprietà privata contro la volontà del proprietario per inserire degli invasori, dei quali non è stato spiegato se avevano tutti presentato domanda di asilo oppure no. E’ quello che ci dobbiamo aspettare anche noi citadini con le case che ci hanno lasciato i nostri genitori e tenute sfitte per usarle d’estate o per mantenere intatti i ricordi della loro esistenza per mettere dento chi non ha diritto? KLeggendo poi questa direttiva 2013/33/UE all’art. 8 dei considerando c’è scritto che per assicurare la parità di trattamento dei richiedenti nell’Unione la direttiva dovrebbe applicarsi in tutte le fasi e a tutti i tipi di procedure relative alla domanda di protezione internazionale, in tutti i luoghi e i centri di accoglienza dei richiedenti e purchè essi siano AUTORIZZATI A SOGGIORNARE NEL TERRITORIO DEGLI STATI MEMBRI IN QUALITA’ DI RICHIEDENTI. Come sarà possibile imporre agli altri Stati Europei di prendersi profughi che noi consentiamo a tutte le navi del mondo di scaricare da noi anzichè in porti sicuri in Africa, se c’è il diritto per gli Stati di non autorizzarli a soggiornare nel proprio territorio?? Se siamo solo noi che li autorizziamo a soggiornare e non importa se ne abbiano diritto o meno non ci sta piu’ che bene che ci dicano volete la bicicletta, allora pedalate??? Sarebbe ora che anche noi una volta salvati li riportassimo in Africa. CViome fare? Chiamare l’ONU e l’UNIONE AFRICANA a prendersene carico in base alla Convenzione Africana Rifugiati depositata alle nazioni unite e quindi che ha valore e anche alla Convenzione di Ginevra del 1951 che solo 2 Stati Africani non hanno ratificato.

  7. Dici? Stamattina mi hanno detto che alla radio hanno dato la notizia di un blitz della polizia in varie organizzazioni in merito all’immigrazione e io non ne ho sentito parlare nei vari TG. O sono distratta perchè piu’ che guardare ascolto la TV visto che faccio altro mentre è accesa o proprio non è passata in TV questa notizia.. Come vedi dei grandi danni non ne fa la TV, danno solo le informazioni che vogliono. Non hanno nemmeno approfondito la notizia della musulmana condannata perchè non ha scoperto il viso coperto dal niqab?? Dopo 10 anni che la libera circolazione dei burqa e niqab ci discrimina era una notizia di grande impatto per noi e per le donne che sono costrette ad indossarlo. Piu’ che danni la TV cosi’ poco obiettiva fa davvero pena!!!!

  8. Bravissima la Borgonzoni della Lega al TGCOM a sostenere che i centri di raccolta dovrebbero essere fatti in Africa, magari in Marocco. Bravissima a sottolineare che la protezione sussidiaria o umanitaria altri Paesi europei non l’hanno ratificata. Non sarebbe ora di annullarla. Che barba il Vicepresidente dell’ANCI ancora a trovare la falsa scusa che il dovere è di salvare le vite, nessuno ha mai detto che non si devono salvare, ma una volta salvate vanno riportate in Africa e il traffico di essere umani cesserebbe subito. Che barba ancora parlare di pancia e testa, ma è mille volte meglio ragionare con la pancia se ci sono idee buone che con la testa se questa è vuota o no??? L’ANCI, invece che obbligare i comuni che non vogliono invasori sollecitati dai propri cittadini che non ne possono piu’, cominci a studiarsi le direttive europee come quella di Schengen CE 562/2006 CHE PREVEDE LA DIFESA DEI CONFINI ESTERNI, frontex DIRETTIVA ce 2007/2004, che prevede che Frontex ci debba aiutare a difendere i confini trovando anche le migliori soluzioni di rimpatrio dei clandestini anche con spese di questa agenzia. la direttiva rimpatri 2008/115/CE che prevede di attivare un Fondo Europeo rimpatri e rimpatri congiunti da 2 o piuy’ stati membri. E soprattutto la direttiva 2013/33/UE che prevede che anche i richiedenti asilo che si trovano nelle condizioni previste dall’art.8 devono essere messi in centri specifici e deve essere loro vietata la libera circolazione e se non c’è posto in questi centri è previsto il carcere art.10) però tenendoli separati dai carcerati comuni e dagli extraUE che non hanno presentato domanda di asilo, Altro che Hotel, case private anche sequestrate o lasciati liberi sugli scogli di Ventimiglia o nei giardini di Como?? Si studino questa direttiva europea perchè sembra persino sia prevista la possibilità di farsi rimborsare dai richiedenti asilo il loro mantenimento, soprattutto se si scopre che non hanno diritto all’asilo e hanno raccontato bugie. Ne avremmo proprio bisogno di farci rimborsare il mantenimento ed avere un piccolo aumento della pensione perchè ai supermercati tutto cresce del 20% ma le nostre pensioni no. Non sarebbe male nemmeno farsi rimborsare da chi è riconosciuto profugo visto che molti tra di loro arrivano da paesi dove potrebbero essere anche jhadisti o terroristi e li si dovrebbero indirizzare a chiedere asilo nei loro stati musulmani e non da noi:

  9. Sconcertante anche il Sindaco di Verona al TGCOM, che sostiene che il Governo deve obbligare i Sindaci ad accogliere i clandestini e falsi profughi perchè anche ai tempi di Maroni venne imposto obbligo di accoglienza. Ma ai tempi di Maroni non c’era la direttiva europea 2013/33/UE che all’art. 8 indica che chi non è nelle condizioni previste da questo articolo deve essere trattenuto che significa collocato in luogo particolare dove deve essere impedita la libera circolazione, e se non c’è posto si possono collocare in carcere lontano però dai carcerati comuni e da coloro che non hanno presentato domanda di asilo . Ci aspetteremmo come minimo che questa direttiva venisse studiata, interpretata e spiegata ai sindaci e ai cittadini italiani prima che gli italiani debbano subire una invasione illegale o no?

  10. Hai dimenticato di mettere in conto tutto il tempo che ho perso per leggere il regolamento di Schengen CE 562/2006, quello di Frontex CE 2007/2004, la direttiva rimpatri 2008/115/CE , la direttiva sui richiedenti asilo 2013/33/UE, la sentenza della Corte Europea diritti dell’uomo sul burqa che lo definisce lesivo dei valori minimi di uno Stato democratico, quella della Corte Europea su El Dridi nella quale la Corte Europea impone alla Magistratura di disapplicare la legge italiana che prevede il carcere per chi non ha lasciato il nostro Paese ma di rendere effettivo il rimpatrio. La sentenza 250/2010 della Corte Costituzionale 250/2010 che dichiara non irrazionale nè arbitrario e quindi costituzionale il reato di clandestinità della Bossi-Fini La sentenza 348/2007 della Corte Costituzionale che stabilisce che sia i trattati europei che le norme della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo hanno come limite l’intangibilità dei nostri diritti e principi costituzionali, dalla quale emerge che la nostra sovranità è ancora salva a meno che la riforma costituzionale nuova non la disintegri. Mi ci è voluto piu’ di 1 anno per leggere tutto e penso proprio che senza bisogno di erigere muri, impossibili per noi per via del mare, ma solo rispettando le leggi potremmo frenare quel flusso di invasori che molti giornalisti e politici ritengono impossibile da fermare, rispedendoli a casa e magari facendoci anche rimborsare il danno subito!!! Che tutto questo studio possa fare male? forse a chi ci vuole sostituire come popolo, non certo a chi si vuol difendere da tutto cio’

LEAVE A REPLY