False fatture per 16 milioni di euro, nei guai un imprenditore di Piancamuno

0

Continua l’intenso lavoro di indagine della Guardia di Finanza in provincia di Brescia. Nelle scorse ore è finito nei guai un imprenditore di 48 anni di Piancamuno con l’accusa di false fatturazioni ed evasione fiscale. L’uomo, secondo quanto ricostruito finora dalle Fiamme gialle, avrebbe presentato dichiarazioni fraudolente per 16 milioni di euro di falsi costi fra il 2012 e il 2015. 

La sua ditta opera nel settore dell’impiantistica elettrica e con questo meccanismo sarebbe riuscita ad abbattere, e di molto, la base imponibile. All’uomo sono contestati anche 6,5 milioni di euro di Iva evasa.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. bisogna però anche ricordare che per ogni bresciano che evade ce ne sono decine di migliaia che con le loro tasse contribuiscono da decenni a mantenere altre zone del paese nonchè un fottio di parassiti e fancazzisti di ogni specie ed ogni dove…quindi sciacquarsi la bocca e ringraziare

  2. Esatto. Ma il commentatore di prima ha detto che i bresciani che pagano regolarmente le tasse, facendo il loro dovere, sono tantissimi: quindi non permetterti di parlare di “vizietto tipicamente bresciano”. Oppure sei bresciano e dunque hai anche tu il “vizietto”?

LEAVE A REPLY