Discariche, il Cds conferma il fattore di pressione. Mottinelli: risultato importante

0

 E’ stata pubblicata oggi la sentenza del Consiglio di Stato, che, accogliendo il ricorso promosso da Regione Lombardia, dove la Provincia di Brescia è intervenuta ad adiuvandum, ha riformato la sentenza del Tar Lombardia, che aveva annullato il provvedimento istitutivo del fattore di pressione delle discariche. Applicando questo criterio, non si possono realizzare o ampliare discariche, con progetti presentati successivamente al luglio del 2014. “Si tratta di un risultato molto importante per il nostro territorio – ha dichiarato il Presidente della Provincia di Brescia Pier Luigi Mottinelli, unitamente al consigliere delegato Giambattista Groli – attraverso questo prezioso strumento siamo in grado di tutelare maggiormente zone già ampiamente sfruttate, nell’interesse della salute pubblica e ambientale, che da sempre è tra le nostre priorità”. “La pronuncia appare particolarmente rilevante oltre che assai tempestiva – hanno concluso il Presidente Mottinelli e il Consigliere Groli – perché valorizza la tutela della salute, invocandone la portata costituzionale, alla luce di importanti pronunce interpretative della Corte, che hanno puntualmente delineato i rapporti tra legislazione statale e regionale, consolidando l’orientamento che privilegia in ogni caso la tutela della salute”. A queste pronunce si è espressamente riferito il Consiglio di Stato, che ha anche invocato il proprio precedente, assai importante per Regione Lombardia, ovvero quello della sentenza n. 313/2015 che decideva sulla discarica di Malagnino.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome