Canzoni natalizie censurate, Rolfi contro la scuola di Flero: no a ideologia laicista

0

“Pieno sostegno all’Amministrazione Comunale e all’assessore Franceschini, la scuola deve continuare ad essere il luogo non soltanto della formazione ma anche dell’ educazione civica ed identitaria delle giovani generazioni, non un luogo avulso dal contesto sociale come vorrebbero i sostenitori del multiculturalismo laicista tra i quali figurano purtroppo alcuni insegnanti e dirigenti scolastici". E questo il commento del vicecapogruppo della Lega Nord in Consiglio Regionale, Fabio Rolfi, in merito al caso di Flero (BS) dove i canti natalizi sono stati fatti cantare senza parole per “scelta artistica” (secondo quanto sostenuto dalla preside) o per “non offendere altre fedi” (secondo quanto affermato da politici e genitori che accusano e difendono la scuola).

“Le presunte ragioni stilistiche addotte dalla dirigente scolastica per giustificare la cancellazione delle parole "Gesù Bambino" dal testo cantato dai bambini rappresentano una manifestazione di colpevolezza; il “tacon l’e’ pes del büso” direbbero in veneto e la levata di scudi di parlamentari ed esponenti PD a difesa di questa scelta è una ulteriore conferma di una iniziativa ideologica sulla pelle dei bambini che va respinta al mittente" ha proseguito l’ esponente lumbard.

"Totale solidarietà quindi al comune di Flero e al suo impegno culturale in difesa delle tradizioni, nonché al corpo docenti che, a parte eccezioni, è composto da persone estremamente capaci e consapevoli del loro ruolo educativo. Proprio per queste ragioni chiederò un incontro al dirigente scolastico provinciale affinché si possano studiare le opportune iniziative per ricordare a tutti che la scuola non rappresenta un corpo estraneo alle comunità locali ma in essa pienamente inserita", ha concluso Fabio Rolfi.

Comments

comments


CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Il principale valore del cristianesimo é l’accoglienza, proprio quello che i leghisti hanno cancellato dal loro DNA. Altro che parole cancellate da una canzone.

  2. Dobbiamo tutti imparare dai leghisti i valori cristiani della accoglienza e della fratellanza tra i popoli. Impariamo da loro il rispetto di chi è diverso da noi per religione, cultura e razza, fede politica. Guardiamoli e imitiamoli. Saremo tutti bravi cristiani.

  3. I leghisti non speculano sugli immigrati? Bella questa! E’ la cosa che strumentalizzano di piu’ per prendere voti. Tolti quelli la lega non esisterebbe.

  4. PER ANNI SI PROCEDE AD IMPORTARE FALSI PROFUGHI (VEDI DATI DELLA PREFETTURA) TRAMITE ORGANIZZAZIONI CRIMINALI PER FAVORIRE GIRI D’AFFARI A COSIDETTE COOPERATIVE D’ACCOGLIENZA E CON LA SPERANZA DI OTTENERE IN FUTURO NUOVA CLIENTELA ELETTORALE, FRA QUESTI SI SCOPRE CHE VI SONO TERRORISTI CHE COMPIONO STRAGI DI INNOCENTI, NONCHÈ, IN QUANTO CLANDESTINI, UNA VARIEGATA FAUNA DI ALTRE CATEGORIE DI INDIVIDUI NON TROPPO RACCOMANDABILI MA CHE VENGONO LASCIATI LIBERI DI CIRCOLARE CON TUTTE LE PREVEDIBILI RIPERCUSSIONI A LIVELLO SOCIALE, VENGONO ASSISTITI E CURATI A SPESE DEI SOLITI NOTI CHE DEVONO RINUNCIARE AD UNA PARTE (PER ORA ) DELLE PROPRIE TRADIZIONI PER NON URTARE LA LORO SENSIBILITA’, SE QUALCUNO FA’ NOTARE QUESTO E CHIEDE UNA POLITICA DIVERSA E’ UN OPPORTUNISTA O PER USARE UN TERMINE CONIATO NEI SALOTTI UN “POPULISTA”

  5. Non hai riassunto, hai fatto un mescolotto. Inoltre sei anche maleducato perché usi il carattere maiuscolo che sul web significa alzare la voce. Abbassala !.

  6. Sicuramente meglio che imparare dal clero e dalla chiesa che a parole dicono certe cose (e nemmeno tanto bene), a fatti fanno peggio del peggiore razzista o ignorano i problemi che hanno intorno. L’importante è incassare l’8 per mille, far lavorare la caritas a spese dello stato sfruttando il business dell’immigrato e dispensare qualche indulgenza tanto per ingannare la gente che ancora ci crede…

  7. Da inizio luglio 2015 un’ordinanza del sindaco di Alassio Enzo Canepa vieta l’ingresso in paese alle persone provenienti da Africa, Asia e Sud America “sprovviste di un certificato medico che attesti l’assenza di malattie infettive”. “Fin dal primo momento insieme ad altri colleghi e associazione avevamo evidenziato i diversi profili di illegittimità di questa ordinanza. Non solo viene chiesto un certificato che non esiste – sottolinea Emilio Robotti, avvocato e segretario ligure dell’Unione Forense per la Tutela dei Diritti Umani – ma rivolge questa richiesta esclusivamente a persone di determinate provenienze, senza nessuna emergenza che giustifichi questi controlli.”
    Per questo e altri motivi il 22 dicembre 2016, il Gip del Tribunale di Savona, ha notificato al sindaco di Alassio un decreto di condanna e una sanzione di 3.750 euro per discriminazione razziale.
    Eppure, il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti esprime la sua solidarietà al sindaco di Alassio Enzo Canepa, che intende impugnare la sentenza rivendicando che la sua ordinanza non avrebbe fondamenti razzisti: “Nel 2015 a Ventimiglia era scoppiato un casino dell’altro mondo, siamo un’importante meta turistica, la nostra è un’ordinanza con scopo preventivo, che ha come scopo la tutela del territorio, dei cittadini e dei turisti da chi viene per degradare il paese ed essere un’ipotetico veicolo di disturbi sanitari”.

  8. Ma questi Giudici, giudicano secondo le leggi o secondo il loro potere discrezionale che vede discriminazione razziale ovunque? E poi non avrebbero il dovere questi giudici di verificare se la legge sul razzismo sia costituzionale? Sembra che una legge che contenga la parola razzismo o razza non sia consentita dall’art. 3 della Costituzione che prevede che la legge non possa privilegiare o distinguere nessuno nè per razza, nè per religione ecc. . Prima di etichettare o punire qualcuno per razzismo o discriminazione non si dovrebbe verificare la legittimità costituzionale della legge, visto che non si ha nessuna certezza che le leggi che si emanano siano costituzionali? E poi nella sentenza 250/2010 della Corte Costituzionale si legge che il reato di clandestinità offende valori di rango costituzionale come la difesa dei confini, sicurezza, ordine pubblico, e SANITA’. Perciò la SANITA’ pare essere un valore di rango costituzionale che va difeso dasi clandestini!!!

  9. Guarda che ti stai sbagliando. Forse confondi la lega con la caritas, le cooperative, la cgil e il vaticano: sono loro che li vogliono e che stanno speculando sulla pelle di questa gente e su di noi che dobbiamo pagare…

  10. Non ho sbagliato. Senza migranti la lega quanti voti prenderebbe? Pochini. I leghisti parlano solo di migranti, anche perche’ quando governano fanno disastri.

  11. Non dimentichiamoci che la chiesa vuole i poveri, altrimenti lei non avrebbe utenti e persone da sottomettere. Quindi, com’è fin troppo evidente, sono loro che vogliono profughi e clandestini con l’aggravante però che loro non li mantengono anzi ci speculano…

  12. Il simpatico francesco, sempre attento a fare selfing, a confessare in piazza S. Pietro i ragazzi, ad usare, quando prende, il telefonino per chiamare e fare cortesie, per rilasciare autografi dall’ottico sotto casa, dall’intervenire in televisione come un concorrente con un quiz, tralascia invece gli impegni ben più importanti e che dovrebbero caratterizzare la carica che ricopre. Quindi meglio fare marketing mediatico con le operazioni di cui sopra, piuttosto che intervenire nella curia di Brescia e scoperchiare il tanto marcio che allontana sempre più fedeli. Mah, forse, lui pensa di recuperarli con il suo sorriso e la sua simpatia facendo questi gesti che piacciono così tanto alla gente comune, tanto da pensarlo come uno di loro: bonaccione. Non serio e provato dai tanti problemi che affliggono la chiesa e il mondo. Attenti che potreste incontrarlo per strada a fare shopping, tanto è il tempo libero che si ritrova…

RISPONDI