Cagnolino abbandonato in un cassonetto della carta, lo salvano i vigili

0
Bsnews whatsapp

Mercoledì 11 gennaio, attorno alle 15.30, la Polizia Locale di Brescia ha soccorso un cagnolino su indicazione di un operatore della segnaletica stradale. Una ragazzina e sua madre avevano sentito i guaiti di un cagnolino all’interno di un cassonetto per la raccolta della carta in via dei Mille. Le due donne erano riuscite con fatica a farlo uscire ma avevano constatato che il piccolo cane aveva attorno al collo una fascetta di plastica che rischiava di strangolarlo.

L’addetto alla segnaletica, un trentunenne residente in provincia, è accorso in loro aiuto e ha liberato il cagnolino, un meticcio di colore bianco, dal laccio che aveva al collo e ha avvisato una pattuglia della Polizia Locale.

Gli agenti hanno preso in consegna il piccolo animale, in buone condizioni nonostante il freddo, e hanno scoperto che il cane aveva un microchip e risultava iscritto all’anagrafe canina della regione Veneto. Una volta raggiunto il comando di via Donegani, la bestiola è stata accudita e rifocillata dagli agenti che hanno affidato poi il cagnolino al personale del canile municipale. La Polizia Locale ha infine sporto denuncia contro ignoti per abbandono di animale e maltrattamenti. 

(FOTO GENERICA PRELEVATA DA WEB) 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI