Ghedi, debutta il nuovo movimento Alleanza Ghedi

1
Movimento politico Alleanza per Ghedi - www.bsnews.it
Movimento politico Alleanza per Ghedi - www.bsnews.it

Presentazione ufficiale per “Alleanza Ghedi”, il nuovo soggetto politico che vuole riservare la sua attenzione al proprio territorio e punta a diventare un protagonista coerente e credibile della vita politico-amministrativa locale. La nuova forza è stata formata soprattutto dai componenti del Gruppo Misto in Consiglio Comunale e vede in prima fila consiglieri che si riconoscono nell’attuale Maggioranza, come Gianmario Messa, che è il coordinatore e referente del movimento, Renato Treccani, Gottarda Provezza (capogruppo in Consiglio Comunale), Ivana Manuini, l’attuale presidente del Consiglio, Luca Mostarda, e anche un componente della Giunta guidata dal sindaco Lorenzo Borzi come l’assessore al bilancio e tributi Matteo Agnari (entrato a far parte della squadra amministrativa da indipendente).

Proprio i diretti interessati hanno sintetizzato gli obiettivi che hanno portato alla nascita di questa nuova realtà: “Ci riconosciamo nei valori del centrodestra e nel lavoro della Giunta Borzi, che sta procedendo unita e compatta in un lavoro molto difficile. Vogliamo farci conoscere dalla nostra comunità e per questo utilizzeremo subito i canali social che al giorno d’oggi raggiungono davvero tutte le persone. In estrema sintesi vogliamo mettere la nostra esperienza, le nostre idee e il nostro impegno a disposizione della nostra comunità e del nostro territorio. Non andiamo in cerca di cariche politiche altolocate o, peggio ancora, di incarichi prestigiosi. La nostra intenzione è più semplicemente quella di darci da fare per la nostra cittadina e portare avanti gli ideali nei quali crediamo”.

La concretezza dovrà essere alla base dell’agire di “Alleanza Ghedi” come hanno ricordato Messa e Mostarda che, tra le altre cose, hanno svolto incarichi assessorili nel primo mandato-Borzi: “Siamo aperti a tutti quelli che vogliono proporre idee e soluzioni per il bene di Ghedi che è la sola cosa chi ci sta a cuore. Non vogliamo certo lanciare proclami o promesse vuote. Più semplicemente intendiamo presentare agli abitanti di Ghedi le nostre proposte e subito, già da questi passi iniziali, siamo qui ad avanzarne due che presentiamo al giudizio dei nostri concittadini. La prima sarà anche oggetto di un’apposita mozione che presenteremo al prossimo Consiglio Comunale e riguarda la sicurezza che in questi giorni è così drammaticamente al centro dell’attenzione della nostra comunità. Vogliamo chiedere che venga incrementata la collaborazione tra le nostre forze dell’ordine (Carabinieri e Polizia Locale) e l’Aereobase che abbiamo sul nostro territorio. Ovviamente non chiediamo un sostegno che non rientra nelle competenze delle forze della base stessa, ma domandiamo un supporto, una presenza ed un controllo sul territorio che non solo vengono già sostanzialmente portate avanti, ma che possono diventare un’attività organica e fungere da deterrente per i male intenzionati. La seconda proposta, invece, prenderà il via già nei prossimi giorni. Abbiamo infatti deciso di invitare i cittadini di Ghedi a unirsi a noi nei “Passeggiatori serali”.Non si tratta di ronde e nemmeno di gruppi che puntano ad una sorta di inaccettabile “giustizia fai da te”. Più semplicemente, visto che tante persone, prima o dopo cena, escono per passeggiare, vogliamo cercare di organizzare questa attività salutare e trasformarla nell’occasione in più per offrire un controllo al nostro territorio. Non ci saranno ovviamente interventi o cose del genere, quello che vogliamo è che le nostre strade possano registrare la tranquillizzante presenza di gruppi di cittadini che passeggiando nelle nostre vie si ritrovano per mettere a disposizione anche un servizio civico. Noi – è la conclusione dei componenti di Alleanza Ghedi – crediamo che si possa fare qualcosa per il territorio che amiamo e ci mettiamo a disposizione per trasmettere quello in cui crediamo e per costruire, insieme a tutti quelli che vorranno unirsi a noi, qualcosa di positivo per il futuro della nostra cittadina”.

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY