Metalleghe strappa il tie break a Bolzano con i denti e con il cuore

0
Metalleghe Montichiari - Muro Luardi Dalia contro Bolzano - www.bsnews.it
Metalleghe Montichiari - Muro Luardi Dalia contro Bolzano - www.bsnews.it

Un match davvero intenso con fasi altalenanti da entrambe le parti della rete: Metalleghe non molla mai e conquista il tie break contro Südtirol con caparbietà e cuore, fa un piccolo passo in avanti e continua a credere nella salvezza.

Salvagni parte con Pincerato in palleggio, Popovic-Gamma opposto, Bartsch e Papa schiacciatrici, Bauer e Zambelli centrali con Bruno libero. Barbieri schiera Dalia e Malagurski, Gioli e Lualdi al centro, Nikolic e Busa in banda con Ruzzini libero.

Avvio concreto e 4-0 per Metalleghe, che si fa sentire subito a muro con Malagurski; Bolzano recupera e inverte il vantaggio a suo favore grazie al fruttuoso turno di servizio di Papa. Bauer fa male con il primo tempo e Neruda difende con continuità. Montichiari ritorna in partita quando ritrova il muro e il finale si infiamma dal 21 pari. Decide il video check che svela un tocco delle padrone di casa sull’attacco di Bolzano che va in vantaggio 1-0 (23-25).

Pressione al servizio con Lualdi e 5-1 per le biancorosse, ma le ospiti non hanno intenzione di mollare e si avvicinano 9-7; è ancora il muro a dare la spinta in più assieme a una super Gioli (18-13). Bolzano rincorre con Matuszkova e Spinello a dare ossigeno a Bartsch e Pincerato, ma Nikolic (6 punti nel set) chiude le ostilità con un bel lungolinea che vale il 25-20.

Efimienko rileva Lualdi sul 5-9: Metalleghe recupera e, complice qualche errore di Bolzano in attacco, riesce a farsi sotto 11-12, prima di subire l’accelerata arancioblu (13-17). Montichiari non si arrende e, con Gravesteijn dentro per  Busa, inizia la rimonta che la porta sopra 22-20. Sono gli ace della centrale polacca e della banda serba appena rientrata, a regalare il 25-21 finale.

L’ingresso di Ikic per Bartsch nel quarto set fa bene a Bolzano che va in vantaggio (8-14); con tenacia e pazienza, Metalleghe accorcia (16-17) e pareggia a 20 con un murone di Gioli. E’ comunque Neruda ad avere la meglio con un altro 25-21.

Avvio di tie break con un po’ di tensione e i tabellone segna 2-5: arrivano la reazione e il pareggio di Montichiari a 6 con un muro di Efimienko. Punto a punto: Ikic mette giù 5 palle, tra cui quella del 13-11, ma Montichiari non trema e trova il 13 pari. Salvagni gioca la carta Bartsch che rientra non in modo efficace: il suo attacco out è un urlo di liberazione per Montichiari (15-13).

Nikolic: “E’ una vittoria che significa molto perché ha fatto vedere ancora una volta che giochiamo con tutto il cuore e se anche non cambia la classifica, cambia il mio modo di sentire. Siamo partite un po’ affaticate ma siamo riuscite a tornare nel match sempre, nonostante un’avversaria molto brava a non smettere mai di giocare. Se c’è anche solo un 1% di probabilità di fare una buona fine di stagione, io e la squadra ci siamo”.

Salvagni: “Tecnicamente abbiamo giocato una brutta partita, ma per merito di Montichiari che ci ha messo pressione e ha giocato con un gran voglia di vincere. Noi siamo arrivati forse prosciugati dai 14 set giocati in questa settimana, ma ringrazio le mie atlete che dimostrano che di gruppo, di volontà e impegno, si può ottenere un risultato anche quando non siamo al massimo.”

Barbieri: “Abbiamo speso molto in un match intenso con scambi lunghi e complessivamente credo sia stata un buona partita. Forzare la battuta dà i suoi frutti e a muro sulle prime palle abbiamo lavorato bene. Unico appunto è forse l’aver peccato di disattenzione a livello di comunicazione sui pallonetti. Ci siamo fatti trovare a volte poco organizzati in difesa, ma solo lì. Quello che dico alle atlete ora è di continuare a giocare con serenità e deivertendosi, per quanto possibile”.

METALLEGHE MONTICHIARI – SÜDTIROL BOLZANO: 3 – 2  (23-25; 25-20; 25-21; 21-25; 15-13)

Tabellino

METALLEGHE: Dalia 3, Malagurski 22, Busa 9, Nikolic 21, Gioli 14, Ruzzini L, Boldini ne, Lualdi 7, Gravesteijn 1, Efimienko 3, Domenighini ne, Baraggi ne. All. Barbieri e Parazzoli.

Battute: 11 errori, 7 ace. Muri: 12. Errori: 25, punti: 80.

SÜDTIROL BOLZANO: Papa 13, Bauer 15, Pincerato 2, Bartsch 11, Zambelli 12, Popovic-Gamma 16; Bruno (L), Ikic 9, Spinello, Bertone ne, Matuszkova 1. All. Salvagni e Samec.

Battute: 8 errori, 3 ace. Muri: 9. Errori: 29, punti: 79.

Durata set: 27’, 25’, 27’,27’; 19’. Arbitri: Piana e Cappelletti; addetto video check: Biasini.

Comments

comments

LEAVE A REPLY