Sfruttava prostitute in via Milano, arrestato

1
prostitute via milano brescia
Prostitute in via Milano

La Polizia di Stato di Brescia ha arrestato un pregiudicato albanese di 39 anni, indiziato del reato di sfruttamento della prostituzione, atti persecutori ed intestazione fittizia di beni. Le indagini condotte dagli agenti della Squadra Mobile hanno permesso di accertare che l’uomo, che annovera a suo carico già una condanna definitiva per vicende analoghe, sfruttava la prostituzione di alcune ragazze dell’est Europa che adescano i loro clienti nella zona di via Milano, dalle quali si faceva consegnare metà dei loro guadagni, mediamente pari a circa 500 euro al giorno.

In particolare, l’attività investigativa si è avvalsa della denuncia di una giovane ragazza moldava che, dopo essere stata rapinata e violentata da un cliente di origine magrebina, aveva deciso di interrompere la sua attività, trovando lavoro come barista e iniziando una relazione sentimentale stabile. La decisione della donna, però, aveva scatenato da subito le ira del suo sfruttatore che, dopo averla picchiata, aveva iniziato una vera e propria condotta persecutoria nei suoi confronti per indurla nuovamente a prostituirsi per suo conto.

La vittima ha anche raccontato che una parte dei guadagni erano stati investiti dal suo protettore nell’acquisto di una fiammante autovettura di grossa cilindrata, di cui era stata costretta ad intestarsi la proprietà per aggirare il pericolo di un eventuale sequestro che, invece, è puntualmente arrivato insieme all’ordine di arresto.

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY