OkSchool e Istituto Beretta fanno scuola in Europa

A tracciare il bilancio sono stati oggi l'ad di Ok School Nicola Orto, Fernando Scarlata e Lorenzo Bassi (referenti del progetto per Ok School) e Stefano Retali, dirigente scolastico dell'istituto superiore Beretta di Gardone Valtrompia

1
Da sinistra: Stefano Retali, Fernando Scarlata e Nicola Orto, foto Andrea Tortelli, www.bsnews.it
Da sinistra: Stefano Retali, Fernando Scarlata e Nicola Orto, foto Andrea Tortelli, www.bsnews.it
Bsnews whatsapp

Gli studenti sono tornati a casa. Ed è stato un vero scambio, perché – durante l’esperienza all’estero – i giovani studenti di OkSchool Brescia e Istituto Beretta di Gardone Valtrompia hanno ricevuto almeno quanto hanno portato in dote ai coetanei dei paesi di destinazione. Tradotto: hanno imparato, ma hanno anche insegnato.

A tracciare il bilancio sono stati oggi l’ad di Ok School Nicola Orto, Fernando Scarlata e Lorenzo Bassi (referenti del progetto per Ok School) e Stefano Retali, dirigente scolastico dell’istituto superiore Beretta di Gardone Valtrompia.  Insomma: i rappresentanti degli unici due istituti scolastici bresciani che hanno vinto il bando europeo Erasmus Plus.

Sono 25 le studentesse del quarto anno di Ok School che hanno vissuto un’esperienza di formazione professionale a Rodez (le estetiste) in Francia e Crewe, in Gran Bretagna (le parrucchiere). Hanno imparato ma anche insegnato, appunto. Perché dalle testimonianze degli studenti Elena Napolitano, Iosra Badri e Fabio Cimarolli – e dalle sottolineature di Scarlata – è emerso che in Francia “esistono enormi competenze, sostenute da un sistema formativo integrato con le imprese che dispone di grandi risorse, ma sulle normative di sicurezza e sui requisiti per l’apertura di un centro estetico (due anni Oltralpe, quattro da noi) l’Italia è decisamente un passo più avanti”. Mentre in Uk, le testimonianze hanno raccontato di una vasta disponibilità di strumentazioni, ma anche di competenze pratiche mediamente inferiori alle colleghe bresciane.

A chiudere il cerchio Orto, che si è detto soddisfatto per il ritorno a casa dei suoi studenti e ha confermato la partnership operativa con l’Istituto Beretta.

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI