Ospedale di Gavardo, interrogazione di Rolfi sull’emodinamica

E' stata presentata unìinterrogazione all’Assessore alla Sanità sulla questione dello sviluppo dell'emodinamica all'ospedale di Gavardo. Nel merito è intervenuto il firmatario e presidente della Commissione Sanità del Pirellone, Fabio Rolfi.

0
L'ospedale di Gavardo
L'ospedale di Gavardo
Bsnews whatsapp

E’ stata presentata unìinterrogazione all’Assessore alla Sanità sulla questione dello sviluppo dell’emodinamica all’ospedale di Gavardo. Nel merito è intervenuto il firmatario e presidente della Commissione Sanità del Pirellone, Fabio Rolfi.

“Con questa interrogazione  – spiega Rolfi – la seconda sul tema, chiedo all’Assessorato alla Sanità una risposta alla questione, più volte messa in evidenza dall’ASST del Garda e dalla Comunità montana, relativa allo sviluppo dell’emodinamica presso l’ospedale di Gavardo. A gennaio si è tenuta un’audizione dell’ASST di Desenzano, dell’ATS di Brescia e dei sindaci del territorio, proprio su questo argomento in Commissione Sanità.

In quella sede sono stati evidenziati una serie di dati in merito a numerose prestazioni di emodinamica cardiochirurgiche fatte negli ospedali bresciani a persone residenti in Val Sabbia, cifre che confermano l’esistenza di un bisogno reale. Fra l’alto Il POAS (Piano organizzativo aziendale strategico) dell’ASST del Garda, approvato dalla Giunta regionale, prevede proprio lo sviluppo di un’emodinamica.

Si tratta ora di fornire qualche certezza a questa progettualità. Esiste un mondo imprenditoriale, quello della Val Sabbia e dall’alto Garda, fortemente interessato a sviluppare ulteriormente l’ospedale con un servizio di questa natura. Ricordo infine che se la Lombardia ha un numero di emodinamiche superiore rispetto a quanto previsto dalla legge nazionale che definisce il bacino di riferimento per i servizi di alta complessità, è pur vero che la suddetta normativa introduce deroghe per le aree montane, come appunto la realtà di Gavardo.

Adesso serve da parte dell’Assessorato competente una risposta definitiva; sono ormai anni che se ne parla – conclude Fabio Rolfi – ed è necessario in questo senso prendere una decisione, che se positiva potrà essere d’aiuto per lo sviluppo futuro dell’ospedale di Gavardo.”

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI