A2A: intesa con Anci per soluzioni smart dedicate ai Comuni

A2A e Anci Lombardia assieme per diffondere il modello Smart City in tutti i comuni della regione padana

0
Firma Presidente A2A Giovanni Valotti e Segretario generale dell’Anci Lombardia Pierattilio Superti
Firma Presidente A2A Giovanni Valotti e Segretario generale dell’Anci Lombardia Pierattilio Superti

A2A e Anci Lombardia assieme per diffondere il modello Smart City in tutti i comuni della regione padana. Il Presidente del Gruppo A2A, Giovanni Valotti, e il Segretario generale della sezione lombarda dell’Associazione nazionale dei Comuni, Pierattilio Superti, hanno firmato oggi a Cremona un protocollo d’intesa che ha l’obiettivo di condividere ed estendere i modelli di sviluppo Smart City e Smart Land in tutto il territorio regionale. L’accordo è stato sottoscritto in occasione del focus “Innovazione nei piccoli comuni. Nuove tecnologie e piattaforme innovative a servizio delle Smart Land”, promosso da FPA, A2A Smart City e LineaCom, che è tra i soci fondatori del Polo per l’innovazione digitale di Cremona per la Smart Land.

La firma odierna – ha commentato il Presidente di A2A, Giovanni Valotti, a margine della firma del Protocollo di intesa –   apre una fase nuova nella ricerca di soluzioni digitali “intelligenti”, quella della visione di uno sviluppo complessivo che porti i benefici delle piattaforme Smart, ormai sviluppate nelle grandi città, all’intero territorio lombardo composto per il 69% circa da comuni con meno di 5.000 abitanti, partendo dalla positive esperienze realizzate finora dal Gruppo. Il protocollo con Anci Lombardia – ha aggiunto Valotti – ribadisce l’investimento di A2A in un percorso di innovazione che incida profondamente sulla qualità della vita dei cittadini, nelle città e nei territori extraurbani, e il suo ruolo di partner primario delle istituzioni in questo processo di avanzamento che non è solo tecnologico, ma soprattutto sociale”.

I 1527 Comuni lombardi presentano caratteri molto diversi tra loro: il 69,5% delle comunità ha una popolazione inferiore ai 5mila abitanti, e convive accanto a grandi centri urbani e a metropoli dallo sguardo europeo e internazionale – ha evidenziato il Segretario generale dell’Anci Lombardia, Pier Attilio Superti -. In un territorio così complesso è fondamentale attivare processi per la diffusione non solo delle Smart City, ma anche delle Smart Community, perché solo in un’ottica di aggregazione territoriale sarà possibile diffondere concretamente e capillarmente l’innovazione. Solo operando in un’ottica associata si potranno assicurare ai cittadini, agli operatori economici e alle diverse realtà che arricchiscono il sistema lombardo, occasioni reali per sperimentare nuovi servizi. Il protocollo firmato oggi va in questa direzione, creando sinergie per estendere localmente l’innovazione”.

A2A e Anci Lombardia lavoreranno nel quadro delle linee guida del protocollo per favorire la produzione e la condivisione dei dati e delle informazioni sulle nuove tecnologie digitali e sulle possibili forme di sperimentazione di nuove soluzioni Smart da applicare ai centri urbani della regione o a specifici territori. A tal fine saranno raccolte le migliori esperienze già attuate sul territorio lombardo allo scopo di moltiplicarne i casi di attuazione.

La prospettiva è quella di fornire alle città e alle comunità locali servizi essenziali garantiti dai più alti standard di qualità e resi ancora più efficienti grazie alla tecnologia digitale: dalla raccolta dei rifiuti alla fornitura di elettricità e gas, dal trattamento delle acque alle reti di distribuzione e illuminazione pubblica, con particolare attenzione alle tecnologie di Internet of things (IoT) in ottica smart city e le smart land.

Il Gruppo A2A e Anci Lombardia daranno vita ad un Comitato congiunto paritetico di indirizzo delle attività che definirà un Piano operativo annuale in cui verranno stabiliti obiettivi, budget e calendario delle attività da svolgere nel corso dell’anno. Gruppi di lavoro si formeranno su tematiche specifiche da approfondire e studiare a fini di progettazione e pianificazione degli interventi per le città e i territori.

Il Gruppo A2A ha realizzato protocolli tecnologici nell’ambito delle Smart City e delle Smart Grid grazie alla sua controllata A2A Smart City, e ha realizzato uno spazio di ricerca e sviluppo, lo Smart City Lab a Brescia, per la realizzazione di tecnologie digitali innovative IoT da applicare alla gestione dei servizi dedicati al territorio. A2A possiede inoltre asset tecnologici e una piattaforma integrata e capillare in grado di offrire soluzioni di pubblica utilità. Tra i progetti in via di sperimentazione vanno segnalati quelli di Smart Healthcare, rivolti soprattutto agli anziani e alle fasce deboli della popolazione, di Smart Mobility, per incentivare l’uso di veicoli elettrici in città, Smart Environment per l’invio di alert sul rischio di frane, neve e flusso dei rifiuti. Infine, iniziative per lo Smart Building, con termostati telecontrollati per il comfort domestico anche da remoto, e sensori d’allarme per verificare intrusioni o segnalare fughe di acqua e gas, o incendi.

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY