Ultimatum dei rapitori: paura per l’imprenditore iseano rapito dall’Isis

C'è apprensione - in queste ore - tra i familiari dell'imprenditore 56enne che sarebbe stato rapito e portato in Siria, nelle mani dei terroristi dell'Isis

0
Zanotti rapito in Siria
Sergio Zanotti rapito in Siria
Bsnews whatsapp

C’è apprensione – in queste ore – tra i familiari e gli amici di Sergio Zanotti, l’imprenditore 56enne di origini iseane che sarebbe stato rapito in circostanze misteriose e portato in Siria, nelle mani dei terroristi dell’Isis.

I familiari di Zanotti nei mesi scorsi avevano ricevuto due appelli video dei rapitori. Venerdì ne sono arrivati altri due, via messenger, più inquietanti dei precedenti perché Zanotti – che indossa la casacca arancione dei condannati a morte della Jihad – appare con un cartello su cui sono scritte due date: quella di nascita e quella di mercoledì, data fissata per la presunta esecuzione.

Il messaggio è al vaglio degli inquirenti. Restano però da chiarire diversi passaggi, come il fatto che ufficialmente non sarebbe mai arrivata alcuna richiesta di riscatto.

Zanotti – titolare di un’impresa dichiarata fallita – si era recato in Turchia a metà aprile deò 2016, probabilmente per ottenere una dideiussione da società del posto. L’uomo aveva inviato l’ultimo messaggio alla figlia il 5 maggio, quindi era “comparso” a marzo 2017 in un video a firma di tale Abu Jihad, che ne minacciava la morte. Ora il nuovo capitolo. La speranza è che sia solo un avviso.

Sergio Zanotti - YouTube
Sergio Zanotti – YouTube

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI