Brescia piange Vincenzo Ippolito, medico stimato e “salvatore” di molti malati

L'ortopedico era specializzato nella cura dei tumori ossei: un anno fa aveva lasciato l'ospedale Civile per andare a lavorare a Padova

0
Vincenzo Ippolito, medico che aveva lavorato al Civile nella lotta contro i tumori
Vincenzo Ippolito, medico che aveva lavorato al Civile nella lotta contro i tumori

Le informazioni non chiariscono se si sia trattato di un malore o di un tragico gesto. Sta di fatto il dottor Vincenzo Ippolito è stato trovato morto in via Tirandi. Un dramma che lascia attoniti gli amici, i numerosi pazienti e la comunità medica breciana, visto che Ippolito era un ortopedico molto noto e stimato nel Bresciano. Un anno fa, Ippolito (classe 1955) aveva lasciato l’ospedale Civile di Brescia per trasferirsi a Padova. Una perdita pesante per il nosocomio cittadino, perché Ippolito era considerato un’autorità nella sua materia.

CHI ERA VINCENZO IPPOLITO?

Esperto di oncologia ortopedica, si era laurato all’Università di Milano nel 1980, specializzandosi nel 1985 in Ortopedia. La sua formazione era proseguita al Rizzoli di Bologna, dove si era concentrato sull’Oncologia dello scheletro.

Quindi Ippolitco aveva lavorato per oltre un decennio negli Stati Uniti, operando in diversi ospedali come il Memorial Hospital di New York, il St. Luke’s Medical Center di Chicago e il Good Samaritan Hospital di Los Angeles. Era quindi rientrato a Brescia nel 1993. Qui aveva dato vita al Centro di oncologia ortopedica, salvando centinaia di malati. Brescia, infatti, era diventata con lui un centro d’eccellenza internazionale, con oltre 250 interventi all’anno.

Poi il trasferimento i Veneto con la nomina a Dirigente medico della Clinica Ortopedica e di Oncologia Ortopedica dell’Università di Padova, diretta da Pietro Ruggieri (una delle massime autorità mondiali nel settore). Ippolito era autore di oltre 50 pubblicazioni su riviste italiana ed estere.

Comments

comments

LEAVE A REPLY