Rifiuti, raccolta porta a porta in centro storico: buona la prima

Ha preso il via senza traumi, e senza particolari polemiche, la raccolta differenziata nella zona rossa di Brescia. Dopo un anno e mezzo di rodaggio e di graduale introduzione dei quartieri, infatti, il sistema misto è arrivato nel centro storico cittadino

0
Raccolta rifiuti
Raccolta rifiuti

Ha preso il via senza traumi, e senza particolari polemiche, la raccolta differenziata nella zona rossa di Brescia. Dopo un anno e mezzo di rodaggio e di graduale introduzione dei quartieri, infatti, il sistema misto è arrivato nel centro storico cittadino.

La rivoluzione ha riguardato 8.500 utenze domestiche e 2.600 non domestiche, che ogni mercoledì dovranno occuparsi di esporre i contenitori di carta e plastica. Ieri c’è stata la prima e l debutto è stato ordinato, nonostante siano ancora in molti a non avere ritirato il kit.

Tra le differenze rispetto al resto della città, il fatto che per la carta non c’è il tradizionale bidoncino di plastica, ma un sacco cartonato di 40 litri di capienza, mentre vetro e alluminio non vengono ritirati a domicilio ma portati in uno dei 73 cassonetti verdi collocati nelle vie del cuore cittadino. Contemporaneamente sono stati aumentati i cassonetti per l’organico (70) e per l’indifferenziato (130).

Con questa rivoluzione, come sottolineato dalla Loggia, Brescia si avvicina sempre più all’obiettivo del 65 per cento che l’Europa chiede entro il 2020.

Comments

comments

LEAVE A REPLY