Inclusione scolastica dei disabili, dalla Regione sei milioni in più

Il Pirellone ha stanziato fondi per consentire di elevare le ore base riconosciute per inclusione scolastica dei disabili a 15, come nella media storica bresciana

0
Fabio Rolfi (Lega Nord)
Fabio Rolfi (Lega Nord)

“Questi ulteriori 6 milioni, che vengono stanziati oggi, consentono di elevare le ore base riconosciute per inclusione scolastica dei disabili a 15, come nella media storica bresciana.” Lo afferma il Presidente della Commissione Sanità e Politiche sociali del Pirellone Fabio Rolfi, commentando la delibera approvata oggi dalla Giunta lombarda.

“Con le risorse messe a disposizione in data odierna – spiega Rolfi – la Regione ha dimostrato un impegno superiore alla spesa storica, portando i fondi per l’anno corrette dedicati agli studenti disabili ad un totale di 24,3 milioni, che si sommano ai 13,7 dei trasferimenti statali, arrivando quindi alla cifra di 38 milioni. Va ricordato che l’integrazione scolastica è’ una funzione statale delegate alle regioni, senza che però lo stato assicuri le necessarie risorse. Si assicurano per tanto adeguate risorse ai 5000 studenti disabili lombardi delle scuole di secondo grado e dei centri di formazione professionale; in questa maniera la Regione è riuscita a coprire integralmente il fabbisogno delle situazioni più difficili, che rispetto all’applicazione delle linee guida regionali approvate nei mesi scorsi, restavano solo parzialmente soddisfatte. In particolare il provvedimento raccoglie le istanze del territorio bresciano, rafforzando un impegno regionale, che nei numeri è superiore a quello statale, il tutto a testimonianza di un’attenzione concreta di Regione Lombardia. Nella sostanza si è giunti ad uniformare un servizio di inclusione scolastica sul territorio regionale con un livello alto, senza pregiudicare le eccellenze esistenti, a partire proprio da quelle del nostro territorio. Si tratta di un’ottima notizia – conclude l’esponente leghista – a completamento di un lavoro iniziato grazie anche ad un mio emendamento al bilancio regionale di luglio, che ha consentito lo stanziamento di 1 milioni di euro in più per la Scuola audiofonetica e 250 mila euro in più per il Centro non vedenti.”

Comments

comments

LEAVE A REPLY