Centrale McDonald’s fermata da Spoleto 3-1

La Centrale McDonald's fermata da Spoleto con un 3-1. Partita combattuta fino al secondo set quanto l'esperienza della Monini Spoleto ha prevalso.

0
Centrale McDonald's fermata da Spoleto
Centrale McDonald's fermata da Spoleto

Centrale McDonald’s fermata da Spoleto 3-1. Match combattuto fino al secondo set, quando l’esperienza e la qualità della Monini Spoleto ha prevalso sulla grande voglia di Brescia che archivia la sconfitta , considerata un passaggio di crescita comunque importante, per quelle che saranno le sfide alla portata da vincere.

Zambonardi opta per la formazione con Tiberti incrociato a Bellei, Cisolla e Mazzon in banda, Codarin e Esposito al centro, Fusco libero. La capolista Monini si presenta invece con Corvetta e Giannotti sulla diagonale principale, Zamagni e Van Berkel centrali, Mariano e Galliani in banda e Bari libero. Il match parte in sostanziale equilibrio, con Brescia che non dimostra di essere inferiore a Corvetta e compagni, è infatti solo il turno di battuta di Van Berkel (aces) e poi azione vincente, che permette a Spoleto di portarsi in vantaggio 17-14. Un vantaggio gestito con esperienza dalla squadra di coach Provvedi, che mette soggezione ai tucani troppo fallosi in battuta. Giannotti attacca e chiude il set a favore degli umbri (25-21). Seconda frazione con Bellei che tenta di suonare la carica per Brescia (3-1), tutto il resto della squadra biancoblu se la gioca, ma l’armata Monini è squadra quadrata e micidiale che non permette errori (3-6) con timeout chiamato da Zambonardi. Tiberti e Mazzon regalano la battuta agli avversari, che chiudono ogni varco colpiscono con Van Berkel e Giannotti Quando tutto sembra spegnersi, due grandi recuperi di Pasquale Fusco , innescano Bellei prima e Cisolla poi (13-12 Brescia).

I tucani tengono botta fino al 23-24, quando Zamagni chiude il set per gli ospiti (25-23). Il terzo set vede la partenza a razzo della capolista 3-0, Zambonardi chiama il tempo, ma al rientro in campo le cose sembrano non migliorare (1-7). A questo punto chiudere il match diventa solo una formalità, e la Monini Spoleto costruita per vincere il campionato non si smentisce (25-11). Così coach Zambonardi: “Avversario di grandissimo valore, a cui abbiamo risposto con tutto quello che potevamo ed avevamo; un solo appunto i miei sul terzo set quando sono scesi in campo troppo demoralizzati per come si è chiuso il secondo: ecco vorrei che la guardia non venisse abbassata mai, ma questo è un aspetto da migliorare e fa parte del processo di crescita della squadra “. Prossimo impegno per la Centrale McDonald’s sabato 14 a Cantù, in campo alle ore 20,30.

Comments

comments

LEAVE A REPLY