Premio “inaccettabile”, giovedì sciopero all’Italcementi

L'astensione dal lavoro durerà otto ore, con presidio davanti ai cancelli degli stabilimenti di Calusco e Rezzato a partire dalle 5 del mattino

0
I lavoratori dell'Italcementi di Rezzato
I lavoratori dell'Italcementi di Rezzato

Giovedì si terrà uno sciopero all’Italcementi di Rezzato per il premio “troppo esiguo” assegnato ai lavoratori. In una nota, infatti, i sindacati sottolineano che “le assemblee dei lavoratori delle cementerie di Calusco e Rezzato, hanno valutato negativamente la proposta aziendale di non riconoscere ai lavoratori, un premio dignitoso che tenga conto della fatica e dei carichi di lavoro di questi anni”. E ricordano che “l’acquisizione di Italcementi da parte di HeidelbergCement, ha portato sempre più i lavoratori ad essere polivalenti e polifunzionali, garantendo il positivo andamento di tutti gli indici produttivi di ogni sito”.

I sindacati quindi evidenziano che il peso dei conti non può essere “scaricato sui lavoratori  dopo il taglio di tutte le previdenze di Welfar Aziendale riconosciute fino al 2015”. Da qui il giudizio sulla proposta (“inaccettabile” e “non rispettosa del lavoro”) con la convocazione di uno sciopero di 8 ore per giovedì e presidio davanti ai cancelli degli stabilimenti di Calusco e Rezzato a partire dalle 5 del mattino.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome