Contratti regionali, Massetti: comprendiamo disagio, ma serve realismo

Il presidente di Confartigianato chiede ai sindacati di guardare alla sostenibilità dell’intero ecosistema imprenditoriale regionale nel medio periodo

0
Eugenio Massetti
Eugenio Massetti

Brescia – “Comprendiamo le ragioni dei lavoratori, che richiedono a gran voce il rinnovo dei Contratti collettivi regionali di lavoro, ma ci teniamo anche a chiarire ancora una volta le nostre. Confartigianato Lombardia chiede che la tornata di rinnovi avvenga considerando la realtà dei fatti: un rinnovo immediato minaccerebbe la tenuta di molte imprese, già provate da anni decisamente critici. Chiediamo di avere buonsenso: di guardare, cioè, alla sostenibilità dell’intero ecosistema imprenditoriale regionale nel medio periodo”. Così Eugenio Massetti, Presidente di Confartigianato Lombardia, commenta la decisione dei sindacati dei lavoratori di indire manifestazioni di protesta davanti alla sua azienda.

Il tema del rinnovo dei Contratti collettivi regionali di lavoro è stato già oggetto di discussione negli scorsi mesi, e Confartigianato Lombardia ha più volte sottolineato come non solo sia necessario procedere con cautela nel percorso di rinnovo contrattuale, per non mettere a rischio imprese e posti di lavoro, ma sia anche indispensabile considerare i negoziati di riforma contrattuale in corso a livello nazionale, oltre a quelli aperti per i rinnovi dei contratti collettivi nazionali di lavoro, prima di intraprendere il rinnovo regionale, in un’ottica di armonizzazione.

“Operiamo in un contesto in cui le imprese hanno dimostrato di essere in prima linea quando è stato necessario sostenere gli ammortizzatori sociali, con politiche di bilateralità quali il Fondo di Solidarietà Bilaterale dell’Artigianato, a cui le imprese hanno contribuito sostenendo un ulteriore incremento di costi – evidenzia Massetti– Così come sono state messe in campo rilevanti iniziative di welfare integrativo nazionale e regionale, quali San.Arti e il Welfare Integrativo Lombardo dell’Artigianato”.

“Crediamo che abbia poco senso indire manifestazioni di protesta senza considerare tutti gli elementi di contesto: dalla situazione economica delle imprese, al panorama contrattuale nazionale, fino all’impegno che le nostre imprese hanno sempre dimostrato verso i propri lavoratori. Chiediamo ai sindacati dei lavoratori di operare con lungimiranza, valutando gli effetti nel medio termine delle azioni che chiedono. Chiediamo di guardare al sistema nel suo complesso, e a quali siano le condizioni per garantire un futuro sostenibile per imprese e lavoratori” conclude Massetti.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome