A Brescia arriva la pasticceria artigianale per soli cani: è polemica

In Corso Zanardelli ha aperto Doggie Bag, che vende dolci riservati agli amici a quattro zampe. Numerose le critiche sul web

1
La pasticceria per canni Doggie Bag, in Corso Zanardelli
La pasticceria per canni Doggie Bag, in Corso Zanardelli

La foto sta circolando da qualche ora su internet, con centinaia di condivisioni e commenti. In Corso Zanardelli, infatti, ha aperto Doggye Bag, “pasticceria artigianale per cani”. Ed è già polemica.

La catena è già presente nel Bresciano con un punto vendita a Bagnolo (BsNews.it ne aveva parlato nel 2015), che – sul sito internet ufficiale – sottolinea: “il progetto Doggye Bag ambisce a diventare un life style”. E ancora: “Doggye Bag è il primo ed unico punto di incontro tra il mondo del food umano e quello del pet food con un’attenzione particolare anche per l’ambiente”.

I prodotti del sito vanno dal “candoro” al “canettone gourmet con anatra e arancia”, passando per i cantuccini con le mandorle, i “biscotondi” e la “birthday dog cake da 260 grammi”, con un prezzo medio tra i 5 e i 10 euro.

La nuova apertura in città (l’inaugurazione è fissata per sabato prossimo, ma non è dato sapere se l’attività di Brescia sia direttamente collegata a quella di Bagnolo) ha suscitato vivaci reazioni tra i lettori, con centinaia di commenti in calce a un’immagine postata da Tony Massoletti (capo segreteria del sindaco con delega al marketing urbano) e un confronto duro tra coloro che difendono l’iniziativa e quelli che la criticano duramente.

In particolare i primi parlano di un’iniziativa curiosa e simpatica per gli amici a quattro zampe, mentre i secondi sottolineano come l’idea di una pasticceria riservata ai cani sia uno sfregio alle tante famiglie bresciane in difficoltà economica (il cui ultimo problema è certamente quello dei pasticcini per i cani). Tra i commenti più salaci, nel secondo fronte, segnaliamo quello dell’ex presidente del consiglio comunale di Brescia Giuseppe Ungari, che ha scritto: “Meritiamo davvero di estinguerci”.

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY