Al Teatro Grande arrivano i dervisci rotanti di Damasco

Noureddine Khourchid e i Dervisci rotanti portano in scena uno spettacolo mistico tra i più intensi della tradizione sufi

0
NOUREDDINE KHOURCHID E I DERVISCI ROTANTI DI DAMASCO, foto da ufficio stampa Teatro Grande
NOUREDDINE KHOURCHID E I DERVISCI ROTANTI DI DAMASCO, foto da ufficio stampa Teatro Grande

La Stagione Ottobre Dicembre 2017 si conclude con un appuntamento straordinario di danza che vedrà sul palcoscenico del Teatro Grande un ensemble di fama internazionale.
Giovedì 21 dicembre alle ore 20.30 il Teatro Grande ospiterà il cantante Noureddine Khouchid, voce solista accompagnata da cantori e suonatori, e i meravigliosi dervisci, interpreti della tradizionale danza mistica araba.

Noureddine Khourchid e i Dervisci rotanti portano in scena uno spettacolo mistico tra i più intensi della tradizione sufi. I dervisci non sono semplici artisti, ma una vera e propria confraternita religiosa che unisce ricerca spirituale, danza e canto, nel tentativo di riavvicinarsi a Dio, in virtù dell’origine divina della musica.

Un’esibizione di alto virtuosismo e dal forte valore simbolico: l’ensemble di Noureddine Khourchid è infatti invitato a esibirsi in tutto il mondo e porta un messaggio di pace proprio attraverso la musica e la danza. Tradizionalmente nel mondo arabo il sama (concerto spirituale) e la danza estatica della Hadra (presenza divina) sono la diretta espressione delle molteplici vie mistiche di ricongiunzione verso Dio. Queste vere e proprie arti sono praticate da antiche confraternite, tutte accomunate dal medesimo principio: l’avvicinamento a Dio con la purificazione dell’anima attraverso la pratica del dhikr (rievocazione del nome di Dio). La pratica del sama può essere puramente vocale o avere un accompagnamento strumentale in base alle regole della Confraternita. Se presenti, gli strumenti musicali sono considerati parte integrante del rituale e non sono suonati semplicemente per diletto ma con l’esplicito scopo di pregare. Parallelamente al repertorio cantato si è sviluppata la tradizione dell’inshad (Inno religioso) nella parte musulmana del mondo arabo.

Questa tradizione viene tramandata dai cantori di inni munshidîn e maddâh.
L’ensemble presentato in questa occasione è costituito da dieci munshid, cantori di inni della Confraternita Shâdhiliyya, una delle più importanti del mondo arabo, insieme a due danzatori della Confraternita Mawlawiyya di Damasco. La Confraternita Mawlawiyya dei dervisci rotanti prende il nome da Mawlânâ (nome persiano di Jal?l al-D?n Rumi, 1207-1273), Maestro spirituale e fondatore di una Confraternita in Konya (Turchia). Rumi istituì la danza rotante tra i suoi discepoli, conosciuta in Occidente come «la danza dei
dervisci rotanti». In origine – e in alcuni casi la tradizione preosegue tutt’ora – questa danza era una spontanea manifestazione esteriore di uno stato mistico interiore (hâl). L’accompagnamento ritmico per le voci è affidato ai duff (tamburelli), suonati da due cantori di inni.

I biglietti per lo spettacolo sono in vendita alla Biglietteria del Teatro Grande, nelle filiali abilitate di Ubi Banca in Brescia e Provincia e on line sui siti teatrogrande.it e vivaticket.it.
Gli orari di apertura della Biglietteria del Teatro Grande sono i consueti: dal martedì al venerdì dalle 13.30 alle 19.00 e il sabato dalle 15.30 alle 19.00. Venerdì 3 novembre la Biglietteria resterà aperta fino all’inizio dello spettacolo.

ROTANTI DI DAMASCO, foto da ufficio stampa Teatro Grande
ROTANTI DI DAMASCO, foto da ufficio stampa Teatro Grande

Informazioni di Biglietteria

BIGLIETTI INTERO INTERO** RIDOTTO* RIDOTTO**

Platea e Palchi I-II-III ordine € 30,00 € 25,50 € 25,00 € 21,00
I Galleria e Palchi IV ordine € 25,00 € 21,00 € 20,00 € 17,00
II Galleria € 20,00 € 17,00 € 16,00 € 14,00

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome