Manerbio piange Fausto Facchi, il tenore della Bassa

Classe 1925, dprofessione faceva il falegname, ma in paese era più conosciuto per le sue passioni: la poesia e il canto

0
Comunità in lutto
Comunità in lutto

Manerbio piange Fausto Facchi, morto giovedì mattina. Il tenore, classe 1925, era molto conosciuto in paese e in tutta la Bassa, tanto che soltanto un paio di mesi fa il Comune gli aveva dedicato una serata al teatro Politeama.

Facchi si è spento all’ospedale di Manerbio e i funerali si sono tenuti questa mattina nella chiesa parrocchiale. Di professione faceva il falegname, ma era più conosciuto per le sue passioni: la poesia e il canto. Dal 1945 al 2010 è stato infatti corista e solista nella Santa Cecilia. Recentemente aveva deciso di raccogliere le canzoni da lui composte a partire dal 1948 in un disco i cui proventi sono stati destinati al restauro della chiesa.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome