Brescia, contro il Frosinone arriva l’ennesima batosta

Frosinone torna a vincere al Benito Stirpe, e riprende la vetta della classifica con un netto 2-0 alla squadra di Pasquale Marino

0
Pasquale Marino, l'allenatore del Brescia
Pasquale Marino, l'allenatore del Brescia

di Jenni Generale – Frosinone torna a vincere al Benito Stirpe, e riprende la vetta della classifica con un netto 2-0 alla squadra di Pasquale Marino.

Le squadre scendono in campo entrambe con un 3-4-1-2. Prima buona opportunità per il Frosinone al 3’: Daniele Ciofani lancia sulla destra Ciano, che però non riesce a calciare. È ancora Frosinone che si propone doppiamente con Citro: prima il numero 13 ciociaro viene lasciato solo in area, Minelli però blocca a terra. Poi si libera benissimo in mezzo a tre giocatori bresciani: Minelli blocca la strada prima del tiro. Palla gol per il Brescia al 9’. Machin crossa in area per Torregrossa, che in spaccata non ci arriva. È un assedio frusinate: Citro lasciato solo in mezzo alla difesa bresciana tira e prende l’esterno rete. Al 16’ palo pieno di Ciofani in anticipo su Coppolaro, grazie a iniziativa di Beghetto. Al 29’ errore di Coppolaro in difesa, Ciano lancia Citro che non sbaglia, Frosinone in vantaggio. Sempre Citro di testa due minuti dopo sfiora il raddoppio. Bisoli per il Brescia ci prova da fuori area al 35’, tiro deviato in angolo. Altre due occasioni gol per la formazione gialloblù: al 36’ Maiello sfiora il secondo palo, mentre al 44’ una parata provvidenziale di Minelli evita a Matteo Ciofani, su assist di Daniele Ciofani, il gol del raddoppio.

Il secondo tempo si apre con il Brescia in avanti: cross basso di Bisoli, Caracciolo anticipato. Sul successivo angolo Gastaldello di testa sfiora il gol del pareggio. Al 6’ colpo di tacco di Caracciolo, che sfiora il secondo palo. Al 30’ il Frosinone sfiora il raddoppio con Dionisi: il tiro al limite dell’area è però troppo alto. Il 2-0 arriva un minuto dopo. Sempre Dionisi, appena entrato in campo al posto di Citrone, anticipa il difensore del Brescia e insacca. Capolavoro Dionisi al 39’: tunnel a Dall’Oglio e tiro potente. Minelli salva il risultato. Sul finire intervento da parte di Bardi che devia un colpo di testa a distanza ravvicinata di Caracciolo sulla traversa. Nel recupero punizione per il Brescia, Caracciolo ci prova ma Bardi respinge.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome