Bresciano rapito dai terroristi? Alessandro Sandrini telefona a casa

Il 32enne manca da casa da ben 14 mesi dopo essere partito per la Turchia con un viaggio organizzato

1
Alessandro Sandrini, da Folzano, sarebbe stato rapito e portato in Siria
Alessandro Sandrini, da Folzano, sarebbe stato rapito e portato in Siria

C’è apprensione, a Folzano (frazione di Brescia), per la scomparsa di Alessandro Sandrini. Il 32enne, infatti, manca da casa da ben 14 mesi dopo essere partito per la Turchia con un viaggio organizzato. Da allora non si hanno sue notizie, se non tramite due telefonate inquietanti arrivate di recente ai familiari.

A raccontare la storia è il Giornale di Brescia, che dà conto di un caso in apparenza molto simile a quello dell’imprenditore di Marone Sergio Zanotti.

Sandrini era partito il 3 ottobre 2016 dall’Italia e, dopo essere atterrato a Istambul, era arrivato ad Adana, al confine con la Siria. Da quel momento il vuoto e nessuna notizia alla madre, fino a una telefonata del 18 ottobre e alla seconda chiamata arrivata questa domenica. Il tenore dei messaggi era drammatico: “Mi hanno sequestrato, non so dove sono”, “Avvisa l’ambasciata, mi vogliono uccidere”.

La Procura di Brescia ha già aperto un’inchiesta sul caso, ma anche la Farnesina sta seguendo da tempo la vicenda.

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome