Basket, nella Giornata Biancoblu la Germani stende i campioni d’Italia 90-71

Merito di una Leonessa tornata bella e vincente al cospetto dei campioni d’Italia della Reyer Venezia, sconfitta con un perentorio 90-71, frutto di un ultimo quarto da favola

0
Lee Moore MVP della partita con 28 punti - foto da ufficio stampa
Lee Moore MVP della partita con 28 punti - foto da ufficio stampa

Germani Basket Brescia, è qui la festa! Nel giorno in cui viene celebrata la Giornata Biancoblu, al PalaGeorge è festa dentro e fuori dal campo. Merito di una Leonessa tornata bella e vincente al cospetto dei campioni d’Italia della Reyer Venezia, sconfitta con un perentorio 90-71, frutto di un ultimo quarto da favola nel quale Moore (28 punti, MVP del match per distacco), Hunt (22) e compagni hanno piazzato un parziale di 29-10 che ha annichilito i forti avversari di turno. Merito però anche di un pubblico eccezionale, che ha riempito l’impianto di Montichiari in ogni ordine di posto, godendosi lo spettacolo musicale offerto dal Match Sponsor A2A Energia e spellandosi le mani per la propria squadra del cuore, sempre più capolista solitaria del campionato e da stasera con la qualificazione aritmetica in tasca per la Final Eight 2018.

LA PARTITA – Il posticipo dell’undicesima giornata di campionato inizia nel segno degli ospiti, che partono con il piede sull’acceleratore, piazzando un primo importante parziale in avvio di gara. Orelik (7 punti nel quarto) è una sentenza, Haynes lo imita e dopo 6′ l’Umana ha già un vantaggio in doppia cifra (8-20). Da lì parte la reazione della Germani, che piazza un mini controparziale che prima le permette di rientrare in partita (19-25 al 10′), poi di tenere il match nei binari dell’equilibrio, complici 9 punti consecutivi di Bushati e il primo canestro di Ortner con la maglia della Germani. Ed è proprio nel segno di questo equilibrio che le squadre vanno negli spogliatoi, con Venezia avanti di una sola lunghezza sul 37-36.

Brescia parte forte in avvio di terzo periodo e mette la freccia, approfittando dei 4 falli commessi da Haynes. Orelik e Cerella continuano a colpire dalla lunga distanza, rispondendo ai colpi di Hunt, decisivo in questa fase del match nonostante un ingeneroso 2/7 ai liberi. Con le squadre in perfetta parità (61-61) si entra nell’ultimo periodo, che resterà impresso a lungo nella memoria dei tifosi bresciani, al pari della prestazione di Lee Moore. La guardia statunitense sale in cattedra, segna 17 punti e si carica la squadra sulle proprie spalle. La Reyer dapprima perde contatto, poi naufraga sotto i colpi del folletto di Atlanta, che con i propri compagni di squadra aggiorna di minuto in minuto il massimo vantaggio della Germani. Il finale è tutto biancoblu: la Germani chiude 90-71, conquista il decimo successo stagionale e cancella d’un colpo il dispiacere maturato otto giorni fa contro Sassari. E ora tutti a Milano per gustarsi la sfida con l’Olimpia, non prima di aver passato un grande Natale. Un Natale da capolista.

GERMANI BASKET BRESCIA-UMANA REYER VENEZIA 90-71 (19-25, 36-37, 61-61)

Germani Basket Brescia: Moore 28 (8/10, 0/2), Hunt 22 (10/11), L. Vitali 8 (0/3, 2/7), Landry 9 (3/4, 0/2), Ortner 2 (1/1), Veronesi ne, M. Vitali 6 (0/2, 2/4), Moss 6 (2/4, 0/1), Sacchetti (0/1, 0/1), Bushati 9 (2/2, 1/2). All: Diana

Umana Reyer Venezia: Haynes 14 (0/2, 4/8), Peric 2 (1/3, 0/2), Johnson 11 (1/3, 3/8), Green (0/2 da tre), Tonut 6 (1/4, 1/4), De Nicolao, Jenkins 2 (1/1, 0/3), Orelik 15 (2/3, 3/7), Ress (0/2 da tre), Biligha 8 (4/4), Cerella 7 (2/2, 1/4), Watt 6 (3/4). All: De Raffaele

Arbitri: Begnis, Weidmann e Caiazza

Note: Tiri da 2: Brescia 26/38 (68%), Venezia 15/26 (58%) – Tiri da 3: Brescia 5/19 (26%), Venezia 12/40 (30%) – Tiri liberi: Brescia 23/31 (74%), Venezia 5/9 (56%) – Rimbalzi: Brescia 31 (25 RD, 6 RO), Venezia 26 (18 RD, 8 RO)

Comments

comments

LEAVE A REPLY