Imprigiona la moglie e la picchia davanti ai bambini: arrestato

La donna imprigionata è stata trovata in casa, riversa a terra, con lividi sul corpo e viso insanguinato. Il marito la stava minacciando con un coltello proprio nel momento in cui i carabinieri sfondavano la porta d'ingresso dell'abitazione

0
violenza sulle donne
Violenza sulle donne

Era sola, completamente isolata dal mondo. Il marito, un uomo violento di 50 anni di origine marocchina, l’aveva praticamente imprigionata in casa.

La drammatica vicenda è stata scoperta ad Angone di Darfo Boario Terme. La donna, segregata e picchiata anche davanti ai bambini per oltre un anno, non poteva avere nessun contatto con l’esterno, se non con un’unica amica. Sarebbe stata proprio lei a rivolgersi ai per chiedere aiuto, preoccupata per le terribili condizioni dell’amica.

La donna imprigionata è stata trovata in casa, riversa a terra, con lividi sul corpo e viso insanguinato. Il marito, che la stava minacciando con un coltello proprio nel momento in cui i carabinieri sfondavano la porta d’ingresso dell’abitazione, è stato arrestato con l’accusa di e lesioni aggravate. L’uomo ora si trova a Canton Mombello in attesa del processo, mentre la donna, affidata ai servizi sociali, è finalmente libera.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome