Busi Group, fatturato in crescita del 10 per cento rispetto al 2016

Con settantasei milioni di euro di fatturato il gruppo segna un incremento del 10% rispetto al 2016 arrivando a occupare un’importante fetta di mercato italiano ed estero stimata pari a circa il 15% del totale

0
Busi Group
Busi Group

Con settantasei milioni di euro di fatturato Busi Group segna un + 10% rispetto al 2016. Numeri importanti che consolidano l’importanza e presenza in Italia e in Europa di Busi Group, gruppo guidato da Giuseppe, Mirko e Diva Busi con sede a Paitone che riunisce tre realtà B.T.E. S.p.a., MEC S.p.a. e OMB Technology S.r.l.

Un trend positivo che ha portato il gruppo a raggiungere posizioni importanti rispetto ai suoi competitor in Italia e in Europa arrivando a occupare una fetta di mercato stimata pari a circa il 15% del totale. Un 2017 positivo, quindi, sia per i numeri, sia per la capacità evolutiva del gruppo frutto di un virtuoso sistema dinamico di integrazione delle tre aziende, specializzate nella produzione di prodotti per la raccolta, compattazione e trasporto dei rifiuti, l’unico gruppo in Italia in grado di offrire un servizio completo con i prodotti più innovativi del mercato.

“Siamo soddisfatti del lavoro fatto finora – commenta Mirko Busi – l’aumento del fatturato è importante ma è altrettanto significativa l’espansione del gruppo nel mercato di riferimento e l’acquisizione di una posizione di rilievo. Il 2017 è stato un buon anno, in Italia ci ha aiutato, senz’altro, il piano nazionale industria 4.0 che proseguirà anche quest’anno. Prevediamo una crescita nel mercato italiano e, per l’estero, puntiamo a consolidare il mercato in Spagna e in Sudamerica”. Proprio a Madrid, nel 2017, Busi Group ha portato a termine una commessa importante del valore di 6 milioni di euro con una fornitura di OMB Technology.

Grazie alla ricerca e allo sviluppo di nuovi prodotti all’avanguardia – la nuova linea dei compattatori a carico posteriore Legend e Quick ed i contenitori metallici stazionari +B LID  – OMB Technology ha chiuso commesse importanti anche in Italia: nel bresciano, con la fornitura di trentatré mezzi in Valle Sabbia, del valore di 2 milioni e mezzo di euro, e a Ferrara e Bologna con la fornitura di circa 1800 cassonetti alla multiutility italiana Gruppo Hera, raggiungendo nel 2017 i 26milioni di fatturato (+18).

L’innovazione come punto di forza anche per MEC S.p.a., altra realtà del Gruppo Busi con sede operativa a Mondovì, in provincia di Cuneo, specializzata in impianti scarrabili e gru caricatrici che, nell’anno appena concluso, ha lanciato sul mercato il suo primo rimorchio industriale completando la gamma del trasporto scarrabile.

Infine, nella sede principale di Paitone, in provincia di Brescia, B.T.E. ha puntato sul rinnovo dei compattatori scarrabili sia nel design che nelle performance con sistemi tecnologici che permettono il monitoraggio continuo dei dati, e sul basso impatto ambientale progettando EcoSolar-K12, un compattatore con pannelli fotovoltaici, con accesso controllato tramite calotte integrate e sistema di riconoscimento utente.

Obiettivi 2018: consolidare la presenza in Italia in linea nel segno dell’evoluzione tecnologica suggerita dal piano industria 4.0. e all’estero – soprattutto in Spagna e Sudamerica –, ricerca e sviluppo per i prodotti esistenti e per nuove soluzioni in un’ottica di risparmio energetico ed ecosostenibilità.

Busi Group, i vertici
Busi Group, i vertici

Comments

comments

LEAVE A REPLY