Ospedale di Gavardo, Silvia Polo nuovo direttore della Medicina interna

Silvia Polo, nata nel 1962 a Trieste, si è laureata in Medicina e Chirurgia nel 1986 presso l’Università degli Studi di Trieste dove si è anche specializzata nel 1991 in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva e nel 1998 in Medicina Interna

0
La dottoressa Silvia Polo, direttrice della medicina interna dell'ospedale di Gavardo
La dottoressa Silvia Polo, direttrice della medicina interna dell'ospedale di Gavardo

La dottoressa Silvia Polo è il nuovo Direttore di Struttura Complessa della Medicina Interna di Gavardo.

“In pochi mesi – dichiara il Direttore Generale Dott. Peter Assembergs – stiamo ricoprendo la totalità dei posti di Direttore di struttura complessa vacanti e, entro marzo, verranno espletati anche gli altri concorsi già autorizzati da Regione Lombardia per Direttore Ortopedia-Traumatologia e Ostetricia-Ginecologia di Gavardo. La Dott.ssa Silvia Polo è una professionista con grande esperienza e stimata da tutti; auguro buon lavoro a lei ed ai suoi collaboratori.”

Silvia Polo, nata nel 1962 a Trieste, si è laureata in Medicina e Chirurgia nel 1986 presso l’Università degli Studi di Trieste dove si è anche specializzata nel 1991 in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva e nel 1998 in Medicina Interna. Inoltre, nel 1993, ha conseguito la specializzazione in Psicoterapia Ipnotica ed è iscritta nell’elenco degli Psicoterapeuti annesso all’albo dell’Ordine dei Medici della provincia di Brescia.

Dal 1991 al 1998 ha lavorato in Medicina Interna in Ospedali del Friuli Venezia Giulia, prima a Latisana poi a Trieste. Trasferitasi per motivi familiari nella nostra zona, dopo un breve periodo all’Ospedale di Arco si è spostata all’Ospedale di Salò e, nel 2000, all’Ospedale di Gavardo.

Dal 2005 ha ricoperto l’incarico di Responsabile dell’Unità Operativa Semplice di Epatologia di Gavardo e, dall’aprile 2016, quello di Responsabile facente funzioni della Medicina Interna di Gavardo.

Aree di particolare interesse sono la gastroenterologia ed in particolare l’epatologia con speciale attenzione a follow-up e terapia dei pazienti cirrotici e/o con epatocarcinoma, compreso l’iter trapiantologico.

Comments

comments

LEAVE A REPLY