Spariti i soldi della mensa scolastica: patteggia un anno e dieci mesi

Ha patteggiato una pena di un anno e dieci mesi - secondo quanto riferito dai media bresciani - l'ex responsabile del bocciodromo di Mairano, che aveva ricevuto dal Comune l'incarico di incassare i soldi delle rette della mensa scolastica per poi trasferirli all'ente

0
Mensa

Ha patteggiato una pena di un anno e dieci mesi – secondo quanto riferito dai media bresciani – l’ex responsabile del bocciodromo di Mairano, che aveva ricevuto dal Comune l’incarico di incassare i soldi delle rette della mensa scolastica per poi trasferirli all’ente. Ma al dunque, dal totale versato mancavano ben 20mila euro e il Comune ha sporto denuncia per peculato.

La donna ha già restituito i 20mila euro (condizione necessaria per il patteggiamento): ora comunque l’ente – seguito dall’avvocato – sta valutando un’azione civile per eventuali danni d’immagine.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome