La Sardegna fuori stagione: ecco alcune splendide idee su come passare una breve vacanza sull’isola

La Sardegna è una delle più belle isole del Mediterraneo, conosciuta specialmente per le sue acque cristalline e le sue spiagge di sabbia bianchissima da fare invidia alle Maldive

0
Nuraghe in Sardegna
Nuraghe in Sardegna

La Sardegna è una delle più belle isole del Mediterraneo, conosciuta specialmente per le sue acque cristalline e le sue spiagge di sabbia bianchissima da fare invidia alle Maldive. Durante il periodo primaverile, si sa non c’è ancora la temperatura ideale per poter godere di queste splendide spiagge e dei panorami mozzafiato, ma non disperate, la Sardegna non è solo questo. L’isola è disseminata di siti archeologici dell’antica civiltà nuragica che ha abitato l’isola in tempi antichi che vale la pena di visitare. Tra i più rinomati consigliamo:

Nuraghe in Sardegna
Nuraghe in Sardegna
  • Nuraghe Santu Antine;
  • Nuraghe Arrubiu;
  • Su Nuraxi;
  • Villaggio nuragico di Tiscali;
  • Nuraghe Losa
  • Tomba dei giganti di Su Monte de s’Ape;

Se invece site più inclini ad una vacanza all’insegna del pieno relax, vi sveliamo un piccolo segreto, anche in Sardegna esistono le terme naturali, ed indovinate un po’? ce ne sono diverse tra cui poter scegliere: eccone 4

Le Terme di Sardara situate nel Medio Campidano sono caratterizzate da una temperatura che varia dai 58° ai 60° C.

Il complesso termale di Fordongianus, in provincia di Oristano, è caratterizzato da acque sulfuree e ipertermali e pertanto molto indicate per la cura delle malattie della pelle, delle ossa e dell’apparato respiratorio.

Terme di Benetutti, in provincia di Sassari, sono formate da otto sorgenti da cui sgorga un’acqua termo-minerale fra i 34° e i 43° C. Per la sua particolare composizione, quest’acqua è raccomandata per la cura della pelle, dei reumatismi, dei disturbi delle ossa, dei problemi di circolazione.

Terme di Casteldoria
Terme di Casteldoria

Terme di Casteldoria composte da acque con proprietà antisettiche, antinfiammatorie e decongestionanti.

Non potete assolutamente andar via dalla Sardegna senza aver gustato qualche piatto tipico della tradizione popolare sarda, come ad esempio la ZUPPA GALLURESE, LA FREGOLA SARDA, LE PARDULE e ancora i prodotti autoctoni quali salame di cinghiale, pecorino sardo, bottarga di muggine e tanti altri prodotti o pietanze che vi faranno leccare i baffi.

Siete pronti a godervi una vacanza in Sardegna? Non vi resta che prenotate la nave che più si avvicina alle vostre esigenze.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome