Niente ricarica del cellulare: 16enne picchia i genitori e finisce in comunità

Un 16enne bresciano è stato accompagnato in una comunità protetta dalle forze dell'ordine in seguito alla denuncia dei genitori, logorati dai comportamenti del giovane e dalle continue richieste di denaro a cui seguivano sistematicamente violenze verbali e fisiche

0
Una donna disperata, foto generica dal web
Una donna disperata, foto generica dal web

Un 16enne bresciano è stato accompagnato in una comunità protetta dalle forze dell’ordine in seguito alla denuncia dei genitori, logorati dai comportamenti del giovane e dalle continue richieste di denaro a cui seguivano sistematicamente violenze verbali e fisiche.

Secondo quanto riferito dalla coppia, il giovane – dalla fine del 2017 – aveva instaurato un clima di terrore e di dolore nell’abitazione di famiglia: ogni volta che alle sue richieste veniva contrapposto un “no” seguivano insulti, minacce e in alcuni casi anche atti fisici, che si rivolgevano soprattutto contro gli oggetti di casa (porte e finestre), ma non solo. Era arrivato perfino a prendere a calci la madre e a picchiare entrambi i genitori che lo avevano rimproverato dopo averlo sorpreso a fumare o che gli avevano negato il denaro per una ricarica telefonica.

I militari hanno rintracciato il ragazzino su ordinanza del Tribunale dei minori. Ora per lui inizierà il percorso di recupero, nella speranza che al ritorno a casa riporti la serenità nella famiglia.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome