Brevetto violato: tutor spenti anche dalla Tangenziale Sud

Arriva anche a Brescia, e con conseguenze significative, il caso dei tutor e del brevetto che - secondo una recente sentenza - sarebbe stato violato dall'azienda che li ha collocati lungo la gran parte della rete stradale italiana

0
Tutor
Tutor

Arriva anche a Brescia, e con conseguenze significative, il caso dei e del brevetto che – secondo una recente sentenza – sarebbe stato violato dall’azienda che li ha collocati lungo la gran parte della rete stradale italiana.

LA SENTENZA SUI TUTOR

La Corte d’appello di Roma, infatti, ha stabilito che i sistemi di rilevazione della velocità media, i cosiddetti tutor, collocati lungo la rete di per l’Italia violano il brevetto di un’azienda fiorentina, la Craft. Un caso aperto nel 2006 con il ricorso e “chiuso” più di 11 anni dopo, con il dispositivo che impone la rimozione immediata (con la distruzione) degli impianti copiati e una penale di 500 euro al giorno di ritardo.

LE CONSEGUENZE PER BRESCIA

Autostrade, che pure ha annunciato l’intenzione di fare ricorso, ha già fatto sapere che sostituirà i tutor con altri sistemi e nel frattempo – tre le settimane previste per i lavori – pagherà il dovuto. Ma il caso tocca in maniera pesante anche Brescia: gli stessi impianti sono collocati lungo la . Per il momento i controlli continuano, ma presto sarà necessario spegnere le rilevazioni e sostituire gli impianti. Contestualmente, però, il Broletto ha annunciato l’intenzione di rivalersi sul fornitore.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome