Sfida 4.0, gli studenti giocano a fare gli imprenditori: vince un istituto di Mantova

Si è svolta oggi A Flero (Bs), presso la sede di Sfida Italia 4.0, la finale del Management Game 2018, il gioco di simulazione aziendale promosso dal Comitato Regionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria Lombardia

0
Il management game a Sfida 4.0
Il management game a Sfida 4.0

Si è svolta oggi A Flero (Bs), presso la sede di Sfida Italia 4.0, la finale del Management Game 2018, il gioco di simulazione aziendale promosso dal Comitato Regionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria Lombardia e riservato agli studenti delle classi terze e quarte delle scuole superiori lombarde.

Come ogni anno, obiettivo principale del gioco di simulazione aziendale è avvicinare i giovanissimi, in maniera innovativa e divertente, alla creazione e gestione d’impresa.

I NUMERI – La XXVI edizione del Management Game ha visto la partecipazione di 1604 studenti per 43 scuole e 423 team, provenienti dalle cinque provincie aderenti (Bergamo, Brescia, Mantova, Lecco e Sondrio e Pavia). Tre le fasi del torneo: torneo d’istituto (più classi dello stesso Istituto hanno “giocato” al Business Game “StartUp”), la prima classificata del torneo d’Istituto ha partecipato alla semifinale ovvero al Torneo provinciale: qui è stato utilizzato un Business Game più complesso “Digital StartUp”. Le 5 classi vincitrici per ogni provincia si sono sfidate oggi utilizzando il Business Game “Food&Wine”.

Per la prima volta è una scuola di Mantova a vincere la competizione. In particolare si sono aggiudicati la vittoria gli studenti della classe terza dell’Istituto Tecnico Economico Statale “Alberto Pitentino” di Mantova. La provincia di Brescia è stata rappresentata da una squadra del Liceo Scientifico di Orzinuovi “Grazio Cossali”, classificandosi terza, dietro ai vincitori e a Pavia e davanti a Lecco-Sondrio e Bergamo.

Il Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Lombardia , dopo aver premiato i vincitori, si è congratulato con tutti i partecipanti dichiarando “fare impresa è la metafora della vita, perché vivere significa prendere decisioni e fare delle scelte con tutti i rischi che queste scelte comportano: esattamente ciò che avviene quotidianamente in ogni impresa. Nel corso del torneo questi ragazzi hanno dimostrato di essere pronti per la vita. E, visto che il tema del business game di quest’anno era il food&wine, chissà che tra di loro non si nasconda il futuro Bernardo Caprotti” ha concluso Ghidini ricordando il fondatore di Esselunga scomparso quasi 2 anni fa.

Il Business Game è stato gestito dalla Artèmat S.r.l, mentre la finale del Challenge è stata ospitata presso la sede di Sfida Italia 4.0, la digital factory realizzata da Srl alle porte di Brescia con l’ausilio di oltre 30 partner tecnologici ed industriali ed il patrocinio delle Istituzioni, primo fra tutti il Comitato regionale Giovani Imprenditori di Confindustria Lombardia, sede scelta proprio per “avvicinare gli studenti alle imprese”, come ha spiegato Ghidini.

I vincitori del management game a Sfida 4.0
I vincitori del management game a

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome