Garda, babygang senza biglietto prende a pugni l’autista del bus

Continuano le violenze ai danni degli autisti dei bus che percorrono Brescia e provincia. Stavolta, la vittima è il conducente di un mezzo pubblico che giovedì viaggiava lungo la direttrice del Garda in direzione di Salò

0
Brescia, un autobus affollato
Brescia, un autobus affollato

Continuano le violenze ai danni degli autisti dei bus che percorrono Brescia e provincia. Stavolta, la vittima è il conducente di un mezzo pubblico che giovedì viaggiava lungo la direttrice del Garda in direzione di Salò.

Secondo quanto riportato da diverse fonti, infatti, quando il mezzo si è fermato a piazzale Boldini di Gargnano, cinque ragazzini di origine nordafricana sono saliti sul mezzo senza alcun titolo di viaggio. Ma quando l’autista della Sia li ha invitati con decisione a scendere i giovanissimi hanno reagito con : prima con gli insulti e poi con i pugni.

Dopo il pestaggio, quindi, la baby gang è salita su un altro pullman. Ma ad aspettarli alla successiva fermata c’erano i carabinieri di Salò, avvisati dall’autista e dai numerosi testimoni che hanno assistito alla scena: gli aggressori erano cinque minorenni, e il più giovane aveva soltanto 14 anni. Il conducente ha riportato soltanto qualche botta.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome