Toscolano Maderno piange Gino Zanardini, non ce l’ha fatta il vigile colpito da un sasso

Su decisione del sindaco di Toscolano, l'area dell'incidente è stata posta sotto sequestro dalle forze dell'ordine, con diveto d'accesso per mezzi e pedoni

0
Lutto per la morte dell'agente della Polizia Locale
Lutto per la morte dell'agente della Polizia Locale

Gino Zanardini non ce l’ha fatta: i medici, infatti, hanno decretato la sua morte cerebrale. E tutta Toscolano Maderno ora piange l’agente della vittima di un tragico incidente causato dal maltempo che nelle scorse ore ha investito in particolare la zona della Valsabbia e dell’Alto Garda.

ALLA VALLE DELLE CARTIERE

Zanardini era stato mandato con una collega a controllare la situazione della zona della Valle delle Cartiere, per verificare che non ci fossero persone in pericolo sulla passeggiata Covoli e che il torrente Toscolano non stesse esondando. Ma mentre svolgeva il suo servizio da monte si è staccata una piccola frana e l’uomo è stato colpito alla testa da un sasso della dimensione di pochi centimetri, forse una decina.

LE CONSEGUENZE DELLA

Il 61enne è caduto a terra e ha perso i sensi: trasportato in codice rosso all’ospedale Civile di Brescia, le sue condizioni sono sembrate da subito gravi. E poche ore dopo è stata decretata la morte.

Nel frattempo – su decisione del sindaco di Toscolano – l’area dell’incidente è stata posta sotto sequestro dalle forze dell’ordine, con diveto d’accesso per mezzi e pedoni.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome