Brescia e Montirone piangono Massimo Palumbo, morto a due giorni dallo schianto

Palumbo, deceduto domenica, era originario della città (viveva nel quartiere di Chiesanuova), ma da qualche anno si era trasferito a Montirone

0
Lutto
Lutto

Brescia e Montirone piangono Massimo Palumbo, il 44enne vittima di un tragico incidente stradale avvenuto venerdì sera, intorno alle 23.30, sulla tangenzialina che collega il territorio di San Zeno con Borgosatollo.

Per cause ancora da chiarire, l’ingegnere informativo ha perso il controllo della sua moto, una Ktm 1290 Super Adventure, e si è schiantato tragicamente. Pesanti le lesioni rimpotate dall’uomo nell’impatto, in particolare quelle al capo. La battaglia di Palumbo per la vita, nonostante i disperati tentativi dei medici, è durata mano di 48 ore. Ed è stata persa.

Palumbo, deceduto domenica, era originario della città (viveva nel quartiere di Chiesanuova), ma da qualche anno si era trasferito a Montirone.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome